REBUS

Una conduttrice insolita. Due fratelli che non si sentono molto a “casa propria”. Dimenticatevi il grande fratello. Solo i più indomiti e coraggiosi possono partecipare al RISKY LIVE SHOW, l’ultimo grido in fatto di Reality Show. Siete Pronti?

 

regia/director raoul ciannella
sceneggiatura /screenplay
raoul ciannella
fotografia/cinematographer
ugo lo pinto
montaggio/editino
gustavo alfano, raoul ciannella
musica / music
a034
suono / sound
stereo
cast/cast
cosimo buonaugurio, caterina rosi, andoni aresti landa
genere /genre
fiction
formato originale/original format
16 mm – color
durata/running time
9’
anno di produzione/year of production
2002
paese di produzione/country of production
italia – italy
produzione/production
nuct

CINEMAE
Sezione Autori Italiani – Premio Kodak e Premio Speciale INA Assitalia P4

BIOGRAFIA

Nato a Milano il 22 gennaio del 1972, ha studiato Lingue e Letterature Straniere presso l’Università Statale di Milano, prima di trasferirsi nel 1995 a Dublino, dove ha studiato teatro e ha sviluppato un forte interesse per il cinema. Volendo approfondire questo interesse, nel 2000 si trasferisce a Roma dove consegue un diploma in Regia Cinematografica presso la Nuova Università di Cinema e Televisione. Da allora collabora con varie realtà cinematografiche e televisive sia in Italia che all’estero e al contempo sviluppa i propri progetti. Di recente ha lavorato come aiuto regia per il lungometraggio “Frammenti di scienze inesatte” di Stefano Bessoni e come assistente alla regia per il lungometraggio “Honeymooners” prodotto dalla Paramount Pictures e girato a Dublino nell’estate del 2004.

FILMOGRAFIA

2002 Rebus (corto, short)

SINOSSI

Una conduttrice insolita. Due fratelli che non si sentono molto a “casa propria”. Dimenticatevi il grande fratello. Solo i più indomiti e coraggiosi possono partecipare al RISKY LIVE SHOW, l’ultimo grido in fatto di Reality Show. Siete Pronti?

 

NOTONTHEPROGRAMME

Il “tempo televisivo”, inteso come rapida successione di immagini e di significati, condiziona “l’esistenza” stessa del suo contenuto umano, rendendolo talvolta effimero ed evanescente, anche quando dovrebbe farci riflettere.

 

 

regia/director vinicio basile
sceneggiatura /screenplay
vinicio basile
fotografia/cinematographer
roberto di bello
montaggio/editing
vinicio basile
musica / music
ivano fossati e luigi malvone
suono / sound
loredana turco
genere /genre
animazione – animation
formato originale/original format
35 mm – color
durata/running time
11’ 20’’
anno di produzione/year of production
2004
paese di produzione/country of production
italia – italy
produzione/production
unsponsored production


CORTOIMOLAFESTIVAL
Concorso Nazionale – Miglior Corto non Fiction

 

BIOGRAFIA

 

Vinicio Basile (1960) ha iniziato la sua attività come documentarista e animatore presso l’università “Federico II” di Napoli.

 

2004 Notontheprogramme (corto, short) 2001 Hanna (corto, short) 1999 Trasparenze (corto, short)

 

SINOSSI

Il “tempo televisivo”, inteso come rapida successione di immagini e di significati, condiziona “l’esistenza” stessa del suo contenuto umano, rendendolo talvolta effimero ed evanescente, anche quando dovrebbe farci riflettere.

 

NATAN

E’ il primo giorno di lavoro per Natan al fast food di Viggo. Munir cerca di insegnargli i segreti del mestiere, ma Natan è completamente negato, così Viggo lo licenzia e Natan si ritrova di nuovo sulla strada. Ma Viggo è preso dai rimorsi di coscienza…

 

 

regia/director jonas bergergård, jonas holmström
sceneggiatura /screenplay
jonas bergergård, jonas holmström
fotografia/cinematographer
jonas bergergård
montaggio/editing
jonas bergergård, jonas holmström
musica / music
nymphet noodlers, björn olsson
suono / sound
dolby sr
cast/cast thomas christensson, rolf h karlsson, kerstin högstrand, münir günes
genere /genre fiction
formato originale/original format
mini dv – color
durata/running time
12’
anno di produzione/year of production
2003
paese di produzione/country of production
svezia – sweden
produzione/production
company film i värmland
distribuzione/distribution
company film i värmland

 

FESTIVAL INTERNATIONAL DU COURT METRAGE DE CLERMONT FERRAND
Grand Prix International Compétition

 

BIOGRAFIA

 

Jonas Holmström nasce nel 1964. Artista e realizzatore cinematografico. Ha diretto nel 2000 A brother comes for a visit e Izidor nel 2002.

 

2003 Natan (corto, short) 2002 Isidor (corto, short) 2000 A brother comes for a visit (corto, short)

 

Jonas Bergergård nasce nel 1966. Autore e produttore cinematografico. Ha studiato cinema al Dramatiska Institutet di Stoccolma.

 

2003 Natan (corto, short) 2002 The Move (corto, short); Izidor (corto, short)

 

SINOSSI

E’ il primo giorno di lavoro per Natan al fast food di Viggo. Munir cerca di insegnargli i segreti del mestiere, ma Natan è completamente negato, così Viggo lo licenzia e Natan si ritrova di nuovo sulla strada. Ma Viggo è preso dai rimorsi di coscienza…

 

MARIA JESUS

“Maria Jesus” è la storia vera di una donna peruviana (interpretata da sé stessa), nelle mani dei trafficanti di immigrati.

 

 

regia/director gianluca e massimiliano de serio
sceneggiatura /screenplay
gianluca e massimiliano de serio
fotografia/cinematographer
piero basso
montaggio/editing
stefano cravero
suono / sound
mirco guerra
cast/cast maria jesus, jenny perez
genere /genre
fiction
formato originale/original format
35 mm – color
durata/running time
12’ 48’’
anno di produzione/year of production
2003
paese di produzione/country of production
italia – italy
produzione/production
gianluca e massimiliano de serio
distribuzione/distribution
gianluca e massimiliano de serio

NASTRI D’ARGENTO
Miglior Cortometraggio

BIOGRAFIA

 

Gemelli, sono nati a Torino nel 1978. Massimiliano è laureato in Storia della Critica d’Arte, mentre Gianluca in Storia del Cinema al Dams di Torino. Dal 1991 realizzano cortometraggi e documentari, alcuni dei quali hanno vinto premi a livello nazionale e partecipato a numerosi festival internazionali. Gianluca ha frequentato un workshop alla Scuola Golden di Torino con il regista iraniano Abbas Kiarostami, mentre Massimiliano frequenta un Master in Arte Contemporanea presso l’Università di Torino e il Castello di Rivoli.

 

 

2004 Mio fratello Yang (corto, short) 2003 Maria Jesus (corto, short) 2002 Il giorno del santo (corto, short) 2001 Poche cose (corto, short) 2000 Il fiore (corto, short) 1999 Domino (corto, short)

 

SINOSSI

Maria Jesus” è la storia vera di una donna peruviana (interpretata da sé stessa), nelle mani dei trafficanti di immigrati.

 

LOVE ME OR LEAVE ME ALONE

Un ragazzo, una ragazza. Sullo sfondo di uno scenario campestre cercano di capire e di esprimere i sentimenti che provano l’uno per l’altra. Uno studio sull’espressione e sui limiti del primo amore.

 

 

regia/director duane hopkins
sceneggiatura /screenplay
duane hopkins
fotografia/cinematographer
lol crawley
montaggio/editing
chris barwell
musica / music
n/a
suono / sound
dolby sr
cast/cast james firkins, zoe rietti
genere /genre
fiction
formato originale/original format
35 mm – color
durata/running time
14’ 30’’
anno di produzione/year of production
2003
paese di produzione/country of production
inghilterra – england
produzione/production
third films – samm haillay
distribuzione/distribution
the coproduction office

FESTIVAL INTERNACIONAL DE CURTAS METRAGENS – VILA DO CONDE
Prix UIP Vila Do Conde – Melhor Curta Metragem Europeia

BIOGRAFIA

 

Duane Hopkins è nato nel “Cotswolds”, una zona rurale dell’Inghilterra meridionale. Dopo aver lasciato la scuola, frequenta la Scuola d’Arte dove studia principalmente pittura e fotografia. Subito dopo esser stato ammesso all’Accademia delle Belle Arti di Londra, realizza il suo primo film. Quest’ultima esperienza lo porta a ricredersi: abbandona, quindi, la pittura per studiare cinema nel nord dell’Inghilterra. Il cortometraggio che realizza come tesi di laurea ‘Routine’ riscuote un notevole successo nei circuiti festivalieri, facendogli anche vincere diversi premi. Da allora ha realizzato due corti (‘Field’ e ‘Love Me Or Leave Me Alone’) che gli hanno consentito di indagare lo stile della grammatica cinematografica che gli interessa e di sviluppare un approccio personale alla narrazione. Si è anche occupato della stesura di sceneggiature che riflettono i suoi interessi cinematografici. È un ammiratore di Robert Bresson, Alan Clarke, Bill Douglas, Werner Herzog, Andrei Tarkovsky, Yasujiro Ozu e Stanley Kubrick, solo per citarne alcuni. Sembra attratto da quei registi che guardano alla creazione di una grammatica cinematografica personale in grado di fondere idee e significati piuttosto che al rigido rispetto di una struttura narrativa convenzionale.

 

 

2003 Love me or leave me alone (corto, short) 2001 Field (corto, short) 1997 Routine (corto, short)

 

SINOSSI

Un ragazzo, una ragazza. Sullo sfondo di uno scenario campestre cercano di capire e di esprimere i sentimenti che provano l’uno per l’altra. Uno studio sull’espressione e sui limiti del primo amore.

 

LITTLE THINGS

Little Things è un contenitore di sette storie in una: personaggi apparentemente scollegati l’uno dall’altro confluiscono in una sintesi tra scenari ispirati all’osservazione della realtà e scenari surreali. Quasi del tutto prive di dialoghi…

 

 

regia/director daniel greaves
sceneggiatura /screenplay
daniel greaves
musica / music
russel pay
suono / sound
stereo
genere /genre
animazione – animation
formato originale/original format
digibeta – color
durata/running time
11’
anno di produzione/year of production
2004
paese di produzione/country of production
inghilterra – england
produzione/production
tandem films entertainment

 

INTERNATIONAL FILM FESTIVAL NOVO MESTO
Golden Scales for Best Short Film

 

BIOGRAFIA

 

Daniel Greaves è nato il primo ottobre del 1959 a Woburn Buckinghamshire, in Inghilterra. Dal 1977 al 1980 ha studiato animazione al Western Surrey College of Art. Dopo la laurea Daniel ha lavorato come animatore freelance in diversi studi di Londra prima di fondare, nel 1986, la Tandem Films assieme al suo socio Nigel Pay. Daniel diventa regista di film di animazione alla Tandem Films. È impegnato nella produzione di numerosi spot, tra cui le recenti campagne Expedia e Chewits, nonché nella realizzazione di trasmissioni e dei suoi cortometraggi. E riesce anche a trovare il tempo per andare a pranzo fuori! Little Things è il titolo del settimo film di Daniel.

 

 

2004 Beginning, Middle & End (corto, short); Little Things (corto, short) 2001 Rocking’ & Rollin’ (corto, short) 1997 Flatworld (corto, short) 1996 Rabbit rabbit 1991 Manipulation (corto, short) 1988 Family tree (corto, short) 1980 Alarm Call (corto, short)

 

SINOSSI

Little Things è un contenitore di sette storie in una: personaggi apparentemente scollegati l’uno dall’altro confluiscono in una sintesi tra scenari ispirati all’osservazione della realtà e scenari surreali. Quasi del tutto prive di dialoghi, le sceneggiature rivelano un’approfondita commedia di caratteri dove ogni singolo personaggio viene osservato alle prese con delle situazioni di tutti i giorni elaborate come solo l’animazione è in grado di fare. L’evento drammatico nelle loro esistenze porterà i protagonisti a incontrarsi oppure le piccole cose della vita non cambieranno assolutamente i loro destini?

 

LIFE IN SMOKE

Il cortometraggio racconta la storia di Phil, un uomo qualsiasi ma diverso da molti altri con la sua più grande passione verso il fumo. Phil é nato da una madre fumatrice accanita e gli capita di vivere un’ esperienza irreale con un’ incontro ravvicinato con il mondo delle sigarette…

 

 

regia/director gianluca fratellini
sceneggiatura /screenplay
gianluca fratellini
fotografia/cinematographer
gianluca fratellini
montaggio/editing
gianluca fratellini
suono
digitale
genere /genre
animazione – animation
formato originale/original format beta sp – color
durata/running time
7’ 50’’
anno di produzione/year of production
2003
paese di produzione/country of production
italia – italy
produzione/production
gianluca fratellini
distribuzione / distribution
gianluca fratellini

 

LUCANIA FILM FESTIVAL
Sezione Animazione – Best Technic

 

BIOGRAFIA

 

Nasce in provincia di Bari e già dall’età di 14 anni inizia a studiare Autocad e 3D Studio. Finito il liceo scientifico si iscrive all’università seguendo una laurea in informatica. Ha lavorato per tre anni a Lussemburgo presso la Società “Oniria Pictures”, inizialmente come 3D Junior Animator su una serie televisiva americana “Bob’s Beach” – 52 episodi di 11 minuti ciascuno, ed in seguito come 3D Senior Animator sul loro primo film “Tristan & Isolde” e sul secondo ed ultimo lungometraggio “Renart the Fox”, realizzati in 3D con resa e sfondi 2D. Life in smoke è il primo cortometraggio.

 

 

2003 Life in smoke – una vita in fumo (corto, short)

 

SINOSSI

Il cortometraggio racconta la storia di Phil, un uomo qualsiasi ma diverso da molti altri con la sua più grande passione verso il fumo. Phil é nato da una madre fumatrice accanita e gli capita di vivere un’ esperienza irreale con un’ incontro ravvicinato con il mondo delle sigarette, che lo porterà a cambiare la sua vita e quella degli altri.

 

LA PEUR, PETIT CHASSEUR

Una casa di campagna, un giorno di novembre. In un giardino un bambino attende silenzioso in un angolo.

 

 

regia/director laurent achard
sceneggiatura /screenplay
laurent achard
fotografia/cinematographer
laurent desmet
montaggio/editing
martial salomon
suono / sound
dolby sr
cast/cast mireille roussel, martin buisson
genere /genre fiction
formato originale/original format
16 mm – color
durata/running time
8’
anno di produzione/year of production
2004
paese di produzione/country of production
francia – france
produzione/production
les films hatari
distribuzione/distribution
les films hatari

PARIS TOUT COURT
Le Grand Prix Paris Tout Court

BIOGRAFIA

 

Ha lavorato come assistente alla regia per i film “Faubourg Saint-Martin” (1986) di Jean-Claude Guiguet, e “Après après-demain” (1990) di Gérard Frot-Coutaz. Realizza cortometraggi dal 1992 e nel 1998 ha diretto il suo primo lungometraggio, “Plus qu’hier, moins que demain”, vincitore del premio Cyrill Collard. Attualmente sta lavorando ad un nuovo lungometraggio.

 

 

2004 La peur, petit chasseur (corto, short) 1998 Plus qu’hier, moins que demain (lungometraggio, feature) 1997 Un Odeur de géranium (corto, short) 1994 Dimanche ou les fantốmes (corto, short) 1992 Qu’en savent les morts (corto, short)

 

SINOSSI

Una casa di campagna, un giorno di novembre. In un giardino un bambino attende silenzioso in un angolo.

 

LE DROIT CHEMIN

Disorientato nel tempo e nello spazio, un carcerato di venticinque anni ripassa la storia della sua vita, senza aver chiaro dove cominciò e dove finì.

 

 

regia/director mathias gokalp
sceneggiatura /screenplay
mathias gokalp
fotografia/cinematographer
christophe solesne
montaggio/editing
ariane mellet
musica / music
flemming nordkrog
suono / sound
dolby sr
cast/cast dimitri storoge, adrienne pauly
genere /genre fiction
formato originale/original format
35 mm – color
durata/running time
12’ 30’’
anno di produzione/year of production
2004
paese di produzione/country of production
francia – france
produzione/production
karé productions
distribuzione/distribution
premium films

COURMAYEUR NOIR IN FESTIVAL
Premio corti di paura

BIOGRAFIA

 

Nel 1995 ha conseguito un Master in Letterature Moderne all’Università III di Parigi (tesi di laurea: opera cinematografica nella narrativa di Marguerite Duras). Nel 1999 si laurea presso l’Institut National des Arts du Spectacle et des techniques de diffusion (INSAS, Bruxelles) Sezione Cinema / Radio – Televisione.

 

 

2004 Le droit chemin (corto, short) 2002 Le tarif de dieu (corto, short) 2001 Mi-temps (corto, short) 1999 Rachid et Martha (corto, short) 1998 Salvatore Nicotra (corto, short) 1995 Un acte d’amour 1993 L’Or des blés

 

SINOSSI

Disorientato nel tempo e nello spazio, un carcerato di venticinque anni ripassa la storia della sua vita, senza aver chiaro dove cominciò e dove finì.

 

INDECISION

Lasciarsi non è mai facile. Jack vuole terminare la sua relazione con Sarah. O così crede. Quando cerca di finirla, la sua vita va letteralmente fuori controllo. Una corta e stralunata commedia che gioca con le virtù cinetiche del cinema.

 

 

regia/director charles barker
sceneggiatura /screenplay
charles barker
fotografia/cinematographer
mate tuth
montaggio/editing
stuart gazzaro
musica / music
steve reich
suono / sound
stereo
cast/cast keir charles, kate burdette
genere /genre
fiction
formato originale/original format
35 mm – color
durata/running time
3’
anno di produzione/year of production
2003
paese di produzione/country of production
inghilterra – england
produzione/production
stuart fenegan

FESTIVAL TOUS COURTS – AIX EN PROVENCE
Prix Special du Jury

BIOGRAFIA

 

Charles Barker consegue la laurea in pittura presso l’Accademia di Belle Arti (Central St Martins). Una volta lasciato il college, prosegue la carriera artistica realizzando sia dipinti che stampe. Avendo da sempre nutrito uno spiccato interesse per il cinema, inizia a realizzare film sperimentali e le maggiori soddisfazioni che trae da quest’ultima attività lo spingono a dedicarsi prevalentemente al cinema. Nel 2000 Charles decide di tornare a studiare e sceglie un Dottorato in regia cinematografica. Da studente al NFS vince l’edizione 2002 del concorso Kodak. Dopo la laurea conseguita nel 2002, Charles si occupa della regia di alcuni spot ed è rappresentato da Arden Sutherland Dodd. Ha anche realizzato alcuni corti, presentati in occasione di vari festival internazionali e ha appena completato la stesura del suo primo lungometraggio “The half brother”.

 

 

2003 Indecision (corto, short) 2002 4am (corto, short) 2001 The track (corto, short) 1999 Minicab (corto, short) Microworld (corto, short)

 

SINOSSI

Lasciarsi non è mai facile. Jack vuole terminare la sua relazione con Sarah. O così crede. Quando cerca di finirla, la sua vita va letteralmente fuori controllo. Una corta e stralunata commedia che gioca con le virtù cinetiche del cinema.