WHO KILLED BROWN OWL

È un pomeriggio di sole in un incantevole angolo di Inghilterra. Le note di una malinconica melodia classica vanno scemando sulla colonna sonora, mentre una telecamera comincia a muoversi dolcemente lungo la sponda del fiume, svelando poco a poco un quadro particolareggiato…

 

regia/director christine molloy, joe lawlor
sceneggiatura /screenplay
christine molloy, joe lawlor
fotografia/cinematographer
ole bratt birkeland
montaggio/editing
christine molloy, joe lawlor
musica / music
vaughan williams
suono / sound
dolby mono
cast/cast
100 residenti del distretto londinese di enflield – 100 local resident of the london borough of enflield
genere /genre
fiction
formato originale/original format
35 mm – color
durata/running time
9’ 53’’
anno di produzione/year of production
2004
paese di produzione/country of production
inghilterra – england
produzione/production
desperate optimists
distribuzione/distribution
desperate optimists

EDIMBURGH INTERNATIONAL FILM FESTIVAL
Best British Short Film
 

BIOGRAFIA

Christine Molloy (1965) collabora con Joe Lawlor (1963), i “Desperate Optimists”. Reduci dai successi irlandesi di Dublino, nel 1987 si sono trasferiti in Gran Bretagna dove tuttora operano. Si occupano di numerose attività in contesti e canali diversi che spaziano dalle arti digitali, alla televisione, passando per cinema, la radio e lo spettacolo.

Joe Lawlor (1963) collabora con Christine Molloy (1965), i “Desperate Optimists”. Reduci dai successi irlandesi di Dublino, nel 1987 si sono trasferiti in Gran Bretagna dove tuttora operano. Si occupano di numerose attività in contesti e canali diversi che spaziano dalle arti digitali, alla televisione, passando per il cinema, la radio e lo spettacolo.

 

FILMOGRAFIA

Christine Molloy: 2004 Revolution (corto, short); Civic life: Moore Street (corto, short); Who killed Brown Owl (corto, short)

Joe Lawlor: 2004 Revolution (corto, short); Civic life: Moore Street (corto, short); Who killed Brown Owl (corto, short)

 

SINOSSI

È un pomeriggio di sole in un incantevole angolo di Inghilterra. Le note di una malinconica melodia classica vanno scemando sulla colonna sonora, mentre una telecamera comincia a muoversi dolcemente lungo la sponda del fiume, svelando poco a poco un quadro particolareggiato. Bagnanti che si arrostiscono al sole, ragazzini che bevono birra, un neonato abbandonato, un coniglio su una barca, un incidente di bicicletta – in Who Killed Brown Owl, la perfetta arcadia inglese cede il passo a tutta una serie di sciagure, disordini e violenza. Con vari fugaci riferimenti ai dipinti “narrativi” di maestri come Bruegel, questo spettacolare cortometraggio, in unica ripresa da 9 minuti, racconta di un ozioso pomeriggio domenicale finito in tragedia.

 

TRAFIC

Mentre si reca a un appuntamento di lavoro, Tudor decide improvvisamente di prendersi mezzora di pausa. Abbastanza per bere un caffè, parlare di sua figlia e fare una foto.

 

regia/director catalin mitulescu
sceneggiatura /screenplay
catalin mitulescu, andrea valean
fotografia/cinematographer
marius panduru
montaggio/editino
ioachim stroe
cast/cast
bogdan dumitrache, maria dinulescu, eva dan, andi vasluianu
genere /genre
fiction
formato originale/original format
35 mm – color
durata/running time
15’
anno di produzione/year of production
2003
paese di produzione/country of production
romania
produzione/production
left pictures

FESTIVAL DE CANNES
Palme d’or – Courtmetrage
 

BIOGRAFIA

Di nazionalità rumena è nato il 13 gennaio 1972 a Bucarest (Romania).

 

FILMOGRAFIA

2003 Trafic (corto, short) 2002 17 minute intarziere (corto, short) 2000 Bucaresti-Wien 8:15 (corto, short)

 

SINOSSI

Mentre si reca a un appuntamento di lavoro, Tudor decide improvvisamente di prendersi mezzora di pausa. Abbastanza per bere un caffè, parlare di sua figlia e fare una foto.

 

VOLEVO SAPERE SULL’AMORE

Uno spezzone delle trasmissioni del canale locale Tele Sole Mio. E’ in onda la Maga Apollonia, celebre cartomante molto seguita e amata dal pubblico, che ogni giorno la chiama per conoscere dai tarocchi il proprio futuro, in particolare nelle faccende d’amore. Anche oggi la Maga sta dispensando…

 

regia/director max croci
sceneggiatura /screenplay
matteo b. bianchi
fotografia/cinematographer
alex zonin
montaggio/editino
simone bonanni
musica / music
sergio cocchi
suono / sound
dolby stereo sr
cast/cast
marina gonfalone, andrea allione, lara mottola
genere /genre
fiction
formato originale/original format
thomson viper filmstream hd – color
durata/running time
11’
anno di produzione/year of production
2003
paese di produzione/country of production
italia – italy
produzione/production
p-nuts srl

BERLINO INTERNATIONAL SHORT FILM FESTIVAL
Best Italian Short Film
BIOGRAFIA

Illustratore, creativo pubblicitario e regista per fiction e programmi televisivi. Ha ottenuto premi e menzioni speciali al Torino Film Festival partecipando anche a Huesca, Locarno, Berlino, Parigi e Los Angeles. Da oltre un anno collabora con Sky firmando la regia di “Commedia Mon Amour” magazine settimanale sul cinema comico.

 

FILMOGRAFIA

2003 Volevo sapere sull’amore (corto, short) 2002 Birdie mama (corto, short) 2000 Marameo (corto, short) 1998 Amplessi e complessi (corto, short); Glamour express (corto, short) 1996 Rosso tigre (corto, short) 1995 Queen be (corto, short).

 

SINOSSI

Uno spezzone delle trasmissioni del canale locale Tele Sole Mio. E’ in onda la Maga Apollonia, celebre cartomante molto seguita e amata dal pubblico, che ogni giorno la chiama per conoscere dai tarocchi il proprio futuro, in particolare nelle faccende d’amore. Anche oggi la Maga sta dispensando consigli ad alcune telespettatrici…
Ma ci sono telefonate che a volte neppure le maghe riescono a prevedere…

 

SMART!

Prendendo spunto da un fatto di cronaca, Smart! racconta un’immaginaria storia di ordinaria follia.

 

  regia/director leonardo d’agostini
sceneggiatura /screenplay
federico mazzei
fotografia/cinematographer
valerio azzali
montaggio/editino
stefano tria
musica / music
stefano lentini
suono / sound
stereo
cast/cast
michele alhaique, claudia zanella
genere /genre
fiction
formato originale/original format
mini dv
durata/running time
9’
anno di produzione/year of production
2004
paese di produzione/country of production
italia – italy
distribuzione/distribution
studio universal
ARCIPELAGO – INTERNATIONAL FESTIVAL OF SHORT FILMS & NEW IMAGES
Miglior Cortometraggio Italiano
 

BIOGRAFIA

Nasce a Roma nel 1977. Attualmente è laureando in     lettere-DAMS, con una tesi sul rapporto cinema/fumetto. E’ stato assistente     alla regia per il cinema (‘Princesa’; ‘Nella terra di nessuno’), per le     fiction tv (‘Commesse 2’; ‘Il Maresciallo Rocca 3’ ; ‘La stagione dei     delitti’ ; ‘Il bello delle donne’) e per la pubblicità.

 

FILMOGRAFIA

2004 Smart! (corto, short) 2003     Domenica (corto, short); Nero (corto, short); Junk     Music (music video) 2001 Il fiume scorre tranquillo     (corto, short) 2000 Outsider (corto, short) 1998     Aerosolart (documentario, documentary)

 

SINOSSI

Prendendo spunto da un     fatto di cronaca, Smart! racconta un’immaginaria storia di ordinaria follia.

 

PICCOLA MARE

Stanotte non si riesce a dormire, immaginerò del mare.

 

regia/director simone massi
sceneggiatura /screenplay
simone massi
montaggio/editino
simone massi
musica / music
nik phelps
genere /genre
animazione – animation
formato originale/original format
beta sp – color
durata/running time
4’
anno di produzione/year of production
2003
paese di produzione/country of production
italia -italy
produzione/production
simone massi
distribuzione/distribution
bananafish

ARRIVANO I CORTI – FESTIVAL DEL CORTOMETRAGGIO
Secondo Premio

 

BIOGRAFIA

Nasce a Pergola (Pesaro-Urbino) il 23 maggio del 1970. Diplomato in Cinema di Animazione presso l’Istituto Statale d’Arte di Urbino, lavora come animatore indipendente.

 

FILMOGRAFIA

2003 Piccola mare (corto, short) 2001 Tengo la posizione (corto, short) 2001 Pittore, aereo (corto, short) 1997 Keep on! Keepin’ on! (corto, short) 1996 Racconti (corto, short) 1995 Immemoria (corto, short)

 

SINOSSI

Stanotte non si riesce a dormire, immaginerò del mare.