La felicità non costa niente

Sergio (Mimmo Calopresti) è un brillante architetto. Ha una moglie che lo ama (Fabrizia Sacchi), un’amante giovane (Valeria Solarino), amici che gli vogliono bene (Vincent Perez e Valeria Bruni Tedeschi), un’impresa di costruzioni avviata ed una vita agiata ed invidiabile…

 

Regia: Mimmo Calopresti
Sceneggiatura: Francesco Bruni – Mimmo Calopresti
Fotografia: Arnaldo Catinari
Musica: Franco Piersanti
Cast: M. Calopresti, V. Perez, F. Neri, F. Sacchi, V. Bruni Tedeschi, P. Servillo, L. Betti, L. De Santis, V. Solarino, E. Minciotti, F. Siciliano
Formato: 35 Mm.
Durata: 93’
Produzione: Donatella Botti
Distribuzione: Lucky Red

BIOGRAFIA
Mimmo Calopresti è nato nel 1955. Nel 1985 ha vinto il 1° premio al Festival Cinema Giovani di Torino con il video A proposito di sbavature. Per la RAI ha realizzato nel 1991 – Paolo ha un lavoro -, nel 1992 – Paco e Francesca e Remzjia per la trasmissione “Storie vere”. Ha realizzato per l’archivio audiovisivo del Movimento Operaio i video 1943 – La scelta (1994) e ’43 – ’45 Pane e libertà. Diversi suoi lavori sono stati presentati a Festival Internazionali.
Nel 1994 vince il Premio Solinas per la migliore sceneggiatura con La seconda volta. Nel 1995 è regista e sceneggiatore del film La seconda volta (in selezione Ufficiale al Festival di Cannes 1995). Nel 1997 è regista e sceneggiatore del film La parola amore esiste (Festival di Cannes 1997 – Quinzaine des Réalisateurs. Nel 1998 è regista del documentario Tutto era Fiat. Nel 2001 è regista, co- sceneggiatore e interprete del film Preferisco il rumore del mare. Nel 2002 è regista, co-sceneggiatore e interprete del film La felicità non costa niente. Ha vinto diversi premi tra cui: – Chicago International Film Festival per la miglior opera prima; – Ciak d’oro per la migliore opera prima.

SINOSSI
Sergio (Mimmo Calopresti) è un brillante architetto. Ha una moglie che lo ama (Fabrizia Sacchi), un’amante giovane (Valeria Solarino), amici che gli vogliono bene (Vincent Perez e Valeria Bruni Tedeschi), un’impresa di costruzioni avviata ed una vita agiata ed invidiabile. Ma un giorno un incidente d’auto lo costringe a fermarsi a riflettere sulle contraddizioni e le ipocrisie di cui è fatta la sua esistenza. Sergio lascia all’improvviso tutto e tutti, e scivola lentamente in una vita completamente diversa e solitaria. Il bisogno di risposte interiori lo porta a vagabondare in un labirinto tra l’onirico e il reale, che si dipana tra il suo appartamento ormai semivuoto e le strade notturne di Roma. È in questo vagabondaggio che il suo percorso incrocia quello di Sara (Francesca Neri); Sergio scambierà per vero amore un sentimento intenso ma fugace che lo lascerà di nuovo solo e prigioniero della sua utopica ricerca. Unico suo compagno di strada, e ultimo legame con il passato, resterà allora Gianni ( Peppe Servillo), un manovale suo dipendente. Sarà proprio lui, con la sua semplicità, a guidare i passi di Sergio verso la vera meta di questo lungo viaggio: la felicità.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.