De beste gar forst

Otto buontemponi trovano una giovane donna in uno stagno…

Regia: Hans Petter Moland
Sceneggiatura: Erlend Loe
Fotografia: Gaute Gunnari
Musica: Kaada
Cast: O. Jorgen Nielsen, T. Hovik, E. Sogn
Formato: 35 Mm
Durata: 9’
Produzione: Motlys As

BIOGRAFIA: Hans Peter Moland (1955) ha diretto pluripremiati spot pubblicitari e tre lungometraggi: “The Last Lieutenant” (1993), “Zero Kelvin” (1995) e “Aberdeen” (2000). Questo è il suo debutto nel cortometraggio.

Hans Peter Moland (1955) has directed publicity spot with several prices and tre films: “The Last Lieutenant” (1993), “ Zero Kelvin” (1995) and “Aberdeen” (2000). This is his debut in for short films.

CLERMONT – FERRAND

Otto buontemponi trovano una giovane donna in uno stagno. Un corto ispirato alla Arbeiderpartient (il Partito Laburista), incluso nel cortometraggio “Most Pepale Live in China”.

Eight jovial men find a young woman in a pond. A short film inspired by the labour party, in the short film is included “Most people live in china”.

 

Neft

Il film è tratto da materiali d’archivio girati all’inizio dal XX secolo per The Baku oil fields

Regia: Murad Ibragimbekov
Sceneggiatura: Murad Ibragimbekov
Suono: Alexander Kopeikin
Formato: Vhs Pal; 35 Mm
Durata: 5’ 50’’
Produzione: United Multimedia Projects Film Company – Nezinskaya str., 119501 – Moscow – Russia
Tel. +7(095) 449 13 13 Fax: +7(095) 442 82 74 e-mail: info@umpstudio.com

BIOGRAFIA: Murad Ibragimbekov nasce nel 1965 a Baku. Si laurea presso l’accademia di Studi Cinematografici Russa (VGIK) nel 1989. Inizia la propria carriera dirigendo “Dunduklei” nel 1987. Nel 1995 realizza dei videoclip musicali e pubblicità per Mc Cann Erickson. Il suo lungometraggio “The man for the Youg Woman” del 1997 è stato presentato in molti festival di cinema internazionali.

Murad Ibragimbekov was born in 1965 in Baku. He graduates at the Russian cinematography studios (VGIK) in 1989. He starts his career being a director of “Dunduklei” in 1987. In 1995 he produces some musical video-clip an publicity for MC Cann Erikson. His film “The man for the young woman” from 1997 has been shown in many international films festivals.

59.MOSTRA D’ARTE CINEMATOGRAFICA DI VENEZIA

Il film si basa su materiali d’archivio che furono corretti con l’uso di tecnologie digitali ed è girato con lo stile del cinema muto. La colonna sonora del film è basata su musiche nazionali dell’Azerbaijan, mugam, interpretate da uno dei migliori cantanti Alim Gasymov. E’ in suono Dolby digitale.
Sponsor unico – Direttore Murad Ibragimbekov e produttore Rauf Atamalibekov dedicano il loro lavoro alla loro terramadre – lo stato dell’Azerbaijan. Il tema del petrolio è strettamente connesso con la storia del nostro paese. Il petrolio è il sangue della terra, gioia e dolore, pace e guerra, fortune e disgrazie, vita e morte.

The film is based on the archive materials that were edited with the use of digital technologies and is made in a style of mute cinema. Soundtrack of the film is based on the national Azerbaijan music, mugam, erformed by one of the best singers Alim Gasymov. It’s Dolby Digital sound.
Creators of the film – director Murad Ibragimbekov and producer Rauf Atamalibekov dedicated their work to their motherland – the country of Azerbaijan. Oil theme is closely connected with the history of our country. Oil is the blood of the Earth, joy and sorrow, peace and war, luck and trouble, life and death.

 

Vacances

Una coppia con un bambino, felice a prima vista, parte per un viaggio di cui il fine e la destinazione rimangono sconosciuti…

Regia: Nicolas Dufranne
Sceneggiatura:
Fotografia:
Musica:
Cast:
Formato:
Mini Dv
Durata: 14′
Produzione: Nicolas DufranneBIOGRAFIA:

INTERNATIONALE KURZFILMTAGE OBERHAUSEN

Una coppia con un bambino, felice al primo sguardo, inizia un viaggio il cui scopo e destinazione rimangono sconosciuti allo spettatore. Lungo il viaggio c’è un incidente d’auto e l’uomo muore. La moglie e la figlia continuano insieme nel loro viaggio. Improvvisamente appare evidente che la storia si ripete.

A couple with a child, happy at first sight, sets out on a journey whose goal and destination remain unknown for the viewer. Later on in the course of the trip there is a car accident and the man dies. The woman and her daughter continue on their way together. Suddenly it becomes clear that the story keeps repeating itself.

 

Small avalanches

Linda ha 12 anni ed è annoiata. Sembra che nulla la interessi e la renda felice…

Regia: Birgitte Staermose
Sceneggiatura: Birgitte Staermose
Musica: Niels Arild, Claus Lynge
Cast: S. Rolandsen, S. Malling, J. Carlsen
Formato: 35 Mm
Durata: 15’
Produzione: Magic Hour Films APS – Blomstervagent 52 – Lyngby – 2800 Denmark
Tel. +45 33 74 34 00 – Fax +45 33 74 34 01 e-mail: post@magic-hour-films.dk www.dfi.dk

BIOGRAFIA: Nata nel 1963, Birgite Stærmose è una regista residente in Copenaghen. Ha ottenuto un MFA in cinematografia e Arti Mediatiche alla “Temple University” in Filadelfia. I suoi lavori includono i cortometraggi Separating e Morning Tide premiati con il premio della Lawrence Kasdan Award per la migliore narrativa al film Festival di Ann Arbor e una candidatura alla Accademy student award. Look At Me è il primo film danese di Birgitte e ricevette il premio del pubblico per il miglior cortometraggio al Festival Internazionale di Hamptons.

Born in 1963. Birgitte Stærmose is a Copenhagen based film director. She holds an MFA in Film and Media Arts from Temple University in Philadelphia. Her previous work includes the short films Separating and Morning Tide – awarded the Lawrence Kasdan Award for Best Narrative at the Ann Arbor Film Festival and a Student Academy Award nomination. Se mig nu / Now, Look at Me is Birgitte’s first Danish film and received the Audience Award for Best Short at the Hamptons International.

EDIMBURGH INTERNATIONAL FILM FESTIVAL

Linda ha 12 anni e si annoia. A lei sembra che nulla importi e che nulla accada. Ma in questo giorno incontra un uomo più vecchio di lei. Linda è divertita, anzi esilarata dal loro incontro innocente. Ma i fatti prendono un strada poco rassicurante, e il mondo di Linda è trasformato per sempre. Il racconto è basato su una storia di Joyce Carol Oates.

Linda is 12 and she is bored. It seems to her that nothing matters and nothing ever really happens. But on this day she meets an older man. Linda is amused, even exhilarated by their seemingly innocent encounter. But things take a disturbing turn, and Linda’s world is transformed forever. Based on a short story by Joyce Carol Oates.

 

My zivjom na kraju

Un villaggio su una riva scoscesa, erosa quasi simbolicamente dal fiume. La condizione delle case peggiora ogni giorno di più e il villaggio è sempre meno popolato…

Regia: Viktor Asliuk
Sceneggiatura: Viktor Asliuk
Fotografia: Anatol Kazazaev
Suono: Vladimir Mirosnicenko
Formato: 35 Mm
Durata: 22’
Produzione: Belarusfil’m – Skaring av., 98 – 220023 Minsk – Bielorussia
Tel. +375 17 2641321 Fax. +375 17 2648452

BIOGRAFIA: Viktor Asliuk si è laureato nel 1994 all’Accademia Bielorussa delle Arti.

Victor Asliuk has graduated in 1994 at the Bielorussia Academy of arts.

ALPE ADRIA – XIV EDIZIONE

Un villaggio su una riva scoscesa, erosa quasi simbolicamente dal fiume. La condizione delle case peggiora ogni giorno di più e il villaggio è sempre meno popolato. I giovani vanno via, i vecchi muoiono. Gli anziani sono costretti a lavorare duramente per sopravvivere. Le donne trasportano il bestiame al pascolo attraverso il fiume con dei barconi; sono le uniche che meditano sul loro destino e sul cattivo stato del loro paese. Il vento di Chernobyl soffia verso di loro ma ci sono anche altre calamità…

A village on a steep riverside, eroded nearly symbolically by the river. The conditions of the houses deteriorate every day and the village is less populated. The youngsters leave the town, the old people die. The middle age are forced to work hard to survive. The women take the animals across the river in barges; they are the only ones that think about their destiny and the village’s bad condition. The wind from Chernobyl blows towards them, but other calamities are hanging over them…

 

L’orizzonte degli eventi

Un uomo cerca suo fratello. In tutti i luoghi in cui crede di poterlo trovare…

Regia: Giovanni Covini
Sceneggiatura: Giovanni Covini
Fotografia: Roberto Tronconi
Musica: Luigi E. Marcarini
Cast: M. Bottini, A. Ledonne
Formato: Minidv
Durata: 15’
Produzione: Giovanni Covini
email:  giovannicovini@fastwebnet.it

BIOGRAFIA: Giovanni Covini nasce a Milano nel 1968. Ha frequentato il   conservatorio Giuseppe Verdi di Milano. E’ diplomato alla Civica Scuola d’Arte   Drammatica “Paolo Grassi” di Milano in regia. Ha frequentato master di   sceneggiatura con Robert Mc Kee, Jean Claude Carrière, Davide Pinardi, Doriana   Leondeff.

Giovanni Covini was born in Milan in 1968. He attended   the Giuseppe Verdi Consevatorium in Milan. Has a diploma in directing from   Civic school of Dramatic Art “Paolo Grassi” in Milan. He participated to a   master in screenplay with Robert MC Kee, Jean Claude Carrièr, Davide Pinardi,   Doriana Leondeff.

MALESCORTO

Un uomo cerca suo fratello in tutti i luoghi in cui crede   di poterlo trovare. Ma a volte chi ci sta vicino è lontano, molto lontano da   noi…

A man is looking for his brother in all the places which   he could think to find him. But sometimes those near, are far away from us…

 

L’uomo più buono del mondo

Danilo Conti, nominato “uomo più buono del mondo”, riceve come premio una bomba che gli viene chiusa al polso: ora ha 8 minuti di tempo per correre dall’altra parte della città e disinnescarla…

Regia: Edo Tavaglini
Sceneggiatura: Edo Tavaglini
Fotografia: Luca Coassin
Musica: Marco Benevento
Cast: D. Conti, P. Nosari, V. Coduto
Formato: 35 Mm
Durata: 10’
Produzione: Los Aluches – via Savini, 46 – 48100 Ravenna – Tel.   338-1534169 –
e-mail: yomush@libero.it

BIOGRAFIA: Edo Tavaglini dopo un’infanzia felice passata con Goldrake e   lo skateboard, inizia a viaggiare per il mondo alternando gli splendori del   pianeta con esami al DAMS e depressioni al servizio militare. Collabora agli   aggiornamenti alla Clup – Guide sul Messico e Belize – Guatemala, con la   coreografa Monica Francia come attore di contact dance e, nel 1997, entra al   Centro Sperimentale di Cinematografia dove si diploma al corso di regia nel   1999. Ha diretto diversi corti ed attualmente sta lavorando al suo primo   lungometraggio “Bad Blood”.

Edo Tavaglini after a happy childhood with Goldrake and   the skateboard, begin to travel the world around shifting from the splendours   of the planet to exams at the DAMS and the military service depression. He   contributes as an actor of contact dance to the updates at the Clup – guides   on Mexico and Belize – Guatemala, with the choreographer Monica Francia and,   in 1977, joins the Experimental Cinematography Centre where he gets the   diploma of director in 1999. He has directed numerous short and at the moment   is working on his first film “Bad Blood”.

CLOROFILLA FILM FESTIVAL

Danilo Conti, nominato “uomo più buono del mondo”, riceve   come premio una bomba che gli viene chiusa al polso: ora ha 8 minuti di tempo   per correre dall’altra parte della città e disinnescarla. Ma la strada è piena   di gente che ha bisogno d’aiuto, e Danilo è l’uomo più buono del mondo…

Danilo Conti, nicknamed “most good man in the world”,   receives as a prize a bomb which is fixed to his wrist: he has 8 minutes time   to run to the other side of town to defuse it. But the streets are full of   people in need of help, and Danilo is the most good man in the world…

 

 

Def

Tony, un ragazzino non udente dello Yorkshire, sogna di diventare un rapper…

Regia: Ian Clark
Sceneggiatura: Ian Clark
Fotografia: Cairtlin Buchanan
Musica: J. Cintra, Aslam, Farmer G/Taskforce, I-Ty
Cast: M. Royce, S. Dixon, D. Ellington
Formato: 35 Mm
Durata: 14’ 2’’
Produzione: Salad Films – 12 Gander Hill, Haywards Heath – West Sussex
Tel. +44 7968771883 e-mail: craig@saladfilms.com

BIOGRAFIA: Ian Clark, 26 anni, ha scoperto la sua passione per il cinema studiando grafica e animazione alla Staffordshire University. Dopo la laurea si è perfezionato alla New York Film Accademy e ha iniziato a lavorare per una società di post-produzione.

Ian Clark, 26 years old, has discovered his passion for cinema while studying graphics and animation at Staffordshire University. After taking his degree he improved his skills in New York Film Academy and has started to work for a post-production company.

GIFFONI FILM FESTIVAL

Tony, un ragazzino non udente dello Yorkshire, sogna di diventare un rapper. Mentre gli altri ragazzini si prendono gioco di lui e del suo amico Mike, Tony si rifugia nella sua fantasia di esibirsi come il suo idolo Ice T..

Tony, a young blind boy from Yorkshire, dreams of becaming a rapper. While the other boys drill him and his friend Mike, Tony takes cover in his fantasy by performing as his idol Ice T..

 

Regalo di Natale

Natale vuole inviare un videomessaggio a sua figlia che è emigrata in America…

Regia: Daniele De Plano
Sceneggiatura: Mattia Betti, Deniele De Plano
Musica: Brani Tradizionali Arrangiati Da Emanuele Chirco E Massimo   Pastore
Cast: G. Giacalone, F. Stella, A. Parrinello
Formato: 35 Mm
Durata: 15’
Produzione: Buskin Film – via P.L. Cattolica 3 – 00195 Roma – Tel. +39   06 39030435
Fax +39 06 39038231 – info@buskinfilm.com

BIOGRAFIA: Daniele De Plano (Viareggio, 1964) debutta come regista   cinematografico nel 1994 con un corto dal titolo “Migrando”. Diplomatosi in   regia presso Laboratorio Cinema 87, è autore di documentari, backstage e   cortometraggi quali “Nuoce gravemente alla salute” (1996), “Parking” (1998),   “Parabole imperfette” (1999).

Daniele De Plano   (Viareggio, 1964) starts as film director in 1994 with a short “Migrando”. He   achieves a diploma in directing at the Laboratorio Cinema 87, is author of   documentaries, backstage and shorts as “Nuoce gravemente alla salute” (1996),   “Parking” (1988), “Parabole imperfette” (1999).

CINEMAE

Natale vuole inviare   un videomessaggio a sua figlia che è emigrata in America. Mentre si accinge a   registrare, la telecamera scompare…

Natale would like   to send a video-message to his daughter who has emigrated to America. While   getting ready to record, the video camera disappears…

 

Interno 9

Una storia senza parole.Un equivoco che dà il via a un gioco crudele che sfugge di mano…

Regia: Davide Del Degan
Sceneggiatura: Fabio Bartolomei, Alessandra Romani
Fotografia: Daniele Trani
Cast: D. Del Degan, U. Bradaskia
Formato: 35 Mm
Durata: 24’
Produzione: Fabio Bartolomei

BIOGRAFIA: Davide   Del Degan è nato a Trieste il 24 dicembre 1968. Il suo primo lavoro è il   cortometraggio “A corto d’amore”, presentato nel 2001 al Sacher Festival di   Nanni Moretti.

Davide Del Degan was born in Trieste on December 24th   1968. His first work is the short “A corto d’amore” shown in 2001 at the   Sacher festival by Nanni Moretti.

FANO FILM FESTIVAL

Una storia senza parole. Un equivoco che dà il via a un   gioco crudele che sfugge di mano e diventa qualcosa di importante.Tutto in   cinquanta metri quadrati.

A story without words. A misunderstanding that starts a   cruel game which gets out of hand and becomes something important. Everything   within 50 square meters.