UNA PURA FORMALITÀ


REGIA / DIRECTOR GIUSEPPE TORNATORE
SOGGETTO / SUBJECT
GIUSEPPE TORNATORE
SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
GIUSEPPE TORNATORE
FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHER
BLASCO GIURATO
MONTAGGIO / EDITING
GIUSEPPE TORNATORE, MASSIMO QUAGLIA
SCENE /SET DECORATION
ANDREA CRISANTI
COSTUMI / COSTUME DESIGN
BEATRICE BORDONE
MUSICA / MUSIC
ENNIO MORRICONE
SUONO / SOUND
DOLBY STEREO
CAST/ CAST
SERGIO RUBINI, GERARD DEPARDIEU, ROMAN POLANSKI, NICOLA DI PINTO, PAOLO LOMBARDI
GENERE / GENRE
DRAMMATICO – DRAMATIC
FORMATO ORIGINALE / ORIGINAL FORMAT
35MM – COLOR
DURATA / RUNNING TIME
110’
PAESE DI PRODUZIONE / COUNTRY OF PRODUCTION
ITALIA – ITALY
ANNO DI PRODUZIONE / YEAR OF PRODUCTION
1994
PRODUZIONE / PRODUCTION
CECCHI GORI
DISTRIBUZIONE / DISTRIBUTION
PENTA FILM

Un colpo di pistola e una frenetica corsa notturna fra boschi e strade di campagna sotto la pioggia battente. Un uomo, privo di documenti e in stato confusionale, viene fermato dalla polizia e condotto in uno sperduto e scalcinato commissariato, sito da qualche parte fra le montagne in una zona di confine. Attendendo l’arrivo del commissario, l’uomo dà segni di nervosismo e di un temperamento aggressivo. All’arrivo del commissario, l’uomo pretende il rispetto dei propri diritti: ma ad aggravare la sua posizione contribuisce il fatto che egli, a giudizio del commissario, abbia dichiarato false generalità. L’uomo infatti si presenta come Onoff, un celebre scrittore, che sfortunatamente è anche l’autore preferito dal commissario, al punto che quest’ultimo conosce a memoria molti passi dei suoi romanzi.
Seguirà un lungo ed estenuante interrogatorio che finirà col chiarire tutta la vicenda così come le luci del giorno dipaneranno le ultime ombre di quella notte apparentemente interminabile.

A man, carrying no documents and in a state of shock, is taken by the Police to a shabby and isolated police station, somewhere on the mountains by a border. While he’s waiting for the superintendent, the man looks very nervous and reveals an aggressive temper. When the superintendent arrives, he demands that his rights are respected: but, according to the police officer, the fact that the man has provided a false identity aggravates his position. As a matter of fact, the man has declared to be Onoff, a well-known writer, and, unfortunately for him, also the superintendent’s favorite writer, so much so that he knows many chunks of his books by heart. A long and tiresome interrogation will follow, and the story will find an explanation as the daylight starts clearing the last shadows of an apparently endless night.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.