Chi siamo


Chi siamo

Raggiungere la 18° edizione per un festival è un traguardo significativo. In questi anni ShorTS – International Film Festival è cresciuto e ha dimostrato di essere un festival ormai consolidato, ma capace sempre di rinnovarsi e aprirsi a nuove frontiere. Giunto alla maggiore età ShorTS continua a proporre un programma ricco di appuntamenti per chi ama il cinema, ma offre anche l’occasione di puntare i riflettori sulla città che lo ospita, Trieste.

Nel 2017 il festival proporrà sette giorni dedicati al mondo dei cortometraggi italiani ed internazionali, al cinema emergente italiano e agli incontri con i professionisti del mestiere, il tutto condito con una serie di eventi speciali, workshop, approfondimenti e happening che contribuiranno ad arricchire l’offerta del festival!

ShorTS è animato da due interessi principali: amore e fiducia nel cinema italiano contemporaneo e curiosità e voglia di confrontarsi con il cinema straniero. Questa doppia natura del festival si traduce, nel concreto, nella formulazione di un programma che si muove attraverso diversi interessi e dedica ad ognuno uno spazio preciso.

Le sezioni del festival

Per quanto riguarda il panorama dei cortometraggi, l’asse portante del festival è la Sezione Maremetraggio nella quale parteciperanno i cortometraggi, che nel 2016, hanno vinto un premio nei festival più prestigiosi a livello internazionale. Cortometraggi di finzione, animazione e documentari potranno concorre in questa sezione e una giuria selezionata tra i professionisti del settore decreterà il migliore tra essi assegnando il premio di 5.000 euro.

Tuttavia ShorTS apre le proprie porte anche a cortometraggi di qualsiasi genere che non hanno vinto nessun premio e che possono partecipare alla Sezione Last Chance. Verranno selezionati dieci cortometraggi che entreranno di diritto nella selezione ufficiale del festival.

L’attenzione di ShorTS non si rivolge solamente ad un pubblico adulto, ma anche ai ragazzi dagli 8 ai 13 anni con la Sezione SweeTS4Kids a loro dedicata. Questa sezione è a dimensione bambino, ma con tutte le componenti di un grande festival. Un ragazzo di 12 anni è il direttore artistico incaricato di selezionare i corti che entreranno a far parte del concorso SweeTS4Kids. Una giuria formata da 101 ragazzi, invece, decreterà il vincitore del miglior corto per ragazzi.

Ultima, ma non meno importante, è la Sezione Nuove Impronte dedicata al cinema emergente italiano. Una serie di lungometraggi di giovani autori italiani verranno selezionati per dare visibilità e fiducia ad un cinema nostrano nuovo e diverso, in forte crescita numerica ed estetica.

L’attenzione al cinema italiano

Il cinema italiano occuperà un posto di rilievo all’interno del festival, anche in questa edizione,  con la conferma del  “Premio al miglior corto italiano”, frutto della collaborazione sempre più stretta tra l’Associazione Meremetraggio e lo Studio Universal che acquisirà i diritti Pay per trasmettere il miglior corto italiano selezionato, ma verrà riproposto anche il “Premio al miglior montaggio italiano” dato dall’AMC, Associazione Italiana Montaggio Cinematografico e Televisivo.

Tuttavia il cinema non consiste solamente nella proiezione dei film, ma anche nella scoperta di chi lavora all’interno della macchina dei sogni del nostro cinema. Margherita Buy, Sergio Rubini, Francesca Neri sono solo alcuni dei volti noti del cinema italiano a cui ShorTS ha dedicato una retrospettiva nelle edizioni precedenti. Eppure ShorTS si muove sempre verso diverse direzioni: assieme alla retrospettiva il festival dedica ogni anno una prospettiva su un attore emergente del cinema italiano. ShorTs ha dimostrato di essere in grado di individuare i nuovi talenti italiani dando spazio ad attori come Luca Marinelli, Andrea Bosca e Alba Rohrwacher, divenuti poi famosi. Anche per la XVIII edizione ShorTS proporrà un focus su un attore/regista italiano affermato e uno emergente.

Orizzonti internazionali

ShorTS ha la capacità di dare spazio e visibilità al cinema nostrano e, allo stesso tempo, aprirsi verso nuovi orizzonti internazionali. Come dimostra il numero variegato di Paesi che partecipano al concorso principale, il festival rappresenta, sempre più, un punto di riferimento anche per la cinematografia straniera.

Come gli anni passati ShorTS porrà la sua lente di ingrandimento sulla cinematografia di un Paese straniero per avvicinarsi ad un nuovo mondo e mettersi a confronto con un diverso modo di fare cinema dedicando un’intera serata di programmazione di cortometraggi provenienti da quel Paese.

L’impegno sociale

L’interesse di ShorTS nell’aprirsi ad altre realtà e ad oltrepassare i confini si realizza anche nel progetto “Oltre il muro” realizzato  dall’Associazione Maremetraggio all’interno della Casa Circondariale di Trieste. Anche questo anno continuerà la preziosa collaborazione del regista triestino Davide Del Degan e l’impegno del direttore artistico del festival Chiara Valenti Omero affinché si realizzi nuovamente un percorso formativo cinematografico per i detenuti per  incoraggiare la loro espressione artistica. I partecipanti al progetto costituiranno la giuria di ShorTS che avrà il compito di assegnare il “Premio oltre il muro” tra i vari corti italiani in concorso.

Il rapporto con il pubblico

Anche questo anno ShorTS rinnoverà l’attenzione verso il pubblico. Nelle serate estive, esso potrà vedere la selezione di cortometraggi nella suggestiva location di Piazza Verdi, a pochi passi dal lungomare, e assegnerà il “Premio del pubblico” al miglior cortometraggio. Il pubblico sarà chiamato a premiare anche il miglior lungometraggio nella sezione Nuove Impronte assegnando il “Premio Bakel” in collaborazione con il nostro partner omonimo. Inoltre in un’ottica di apertura verso le nuove frontiere multimediali, ShorTS inviterà il pubblico a decretare il vincitore del “Premio Surf the Web”, in collaborazione con il quotidiano Il Piccolo, assegnato al corto che otterrà più consenso sul web.

Tuttavia il pubblico sarà chiamato non solo a votare i cortometraggi presenti al festival, ma avrà la possibilità di conoscere i professionisti del settore attraverso una serie di incontri dove i registi emergenti potranno presentare i proprio lavori.

I nuovi talenti

Il cortometraggio è spesso la prima tappa per un giovane filmakers per iniziare la propria carriera professionale e un festival rappresenta un’ottima vetrina per i giovani registi esordienti. Per questo ShorTS reputa fondamentale promuovere un contatto tra i giovani talenti e i professionisti del settore per creare una nuova rete di collaborazioni nazionali ed internazionali che porti nuova linfa vitale al mondo del cinema.