Diario di bordo di “Apnea”

LE ACQUE TORBIDE DELL' APNEA
Questo è un film che ci appartiene; voluto e promosso dalla Film Commission del Friuli Venezia Giulia, è una storia livida e plumbea battente la bandiera del Nord-Est.
Ancestrale vagamente indefinibile, l'atmosfera grigia e malinconica del mondo rurale Goriziano e Friulano fa da sfondo ad una vicenda senza sciropposi happy end.
C'è un omicidio brutale dietro ad un apparente decesso naturale?
E' quanto si chiede il giovane protagonista Claudio Santamaria, ex campione di scherma ora cronista sportivo.
E' un suo amico dalla faccia d'angelo ad essere ritrovato esanime dentro un'automobile.
Dopo il dolore ed il disorientamento iniziale, la crepuscolare e complicata storia assume i connotati inquietanti e destabilizzanti del complotto, dell'enigma spacca cervelli.
Non riveleremo il nome dell'assassino né il meccanismo nero che è insito e nascosto nel plot: basti sapere che il film ricorre a molteplici schemi narrativi congiunti per convincere lo spettatore, con il risultato di forzare un po' le cose ed annacquare la suspence.
Nonostante ciò, va riconosciuto al giovane volenteroso regista Roberto Dordit il merito di aver ordito un originale impianto filmico, in cui le implicazioni psicologiche dei protagonisti vanno a braccetto con il contesto sociale attuale.
Mentre il racconto assume i toni del dramma d'ambiente (il lavoro nero), i ricatti, i soprusi, si apprezza il lavoro dei volenterosi protagonisti, dal già citato Santamaria al triestino Maurizio Zacchigna, alla bellissima Fabrizia Sacchi.
Molto bella e sottile la chiave psicanalitica espressa dallo sport della scherma, arte della maschera del gesto, pericolosa e tagliente come la vita stessa.
All'interno di un microcosmo gelido e soffocante dove qualcuno si industria per apparire quello che non è, forse non basta la purezza d'animo per vincere una battaglia contro la crudeltà.
A conclusione della piacevolissima serata (sede ospite, il sempre apprezzabile Cinema Ariston), non rimane che aspettare un nuovo lavoro della sezione Maremetraggio Ante (opere)Prime, sempre nell'ottica di promozione e divulgazione di tutto quel cinema nostrano non sempre baciato dalle luci delle celebrità.
Senza dimenticare (last but not least) che proseguono i lavori artistici nel cantiere estivo di Maremetraggio 2007, ma questo dev'essere ancora una sorpresa… Appuntamento a presto.
Riccardo Visintin

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.