SOPRA E SOTTO IL PONTE


Un cavalcavia nella periferia di Roma: un ragazzo ha in mano un sasso. Accanto a lui una giovane ragazza. Attendono il passaggio di una macchina. Sono Alessandro, il figlio adolescente di Andrea, un ricco commerciante di articoli sacri, e Deborah, la figlia sedicenne di Roberta, una donna che…


SOPRA E SOTTO IL PONTE

regia/director alberto bassetti
soggetto/subject
alberto bassetti
sceneggiatura /screenplay
alberto bassetti
fotografia/cinematographer
giulio pietromarchi
montaggio/editing
giuseppe pagano
scene / scene design
ivana gargiulo
costumi / costume design
caterina nardi, claudia vaccaro
musica / music
tony esposito
cast/cast
davide rossi, clio bassetti, graziano piazza, lorenzo de angelis
genere / genre
drammatico
formato originale/original format
35 mm – color
durata/running time
81’
paese di produzione/country of production
italia / italy
produzione/production
ars millennia
distribuzione/distribution
istituto luce

Un cavalcavia nella periferia di Roma: un ragazzo ha in mano un sasso. Accanto a lui una giovane ragazza. Attendono il passaggio di una macchina. Sono Alessandro, il figlio adolescente di Andrea, un ricco commerciante di articoli sacri, e Deborah, la figlia sedicenne di Roberta, una donna che si arrangia come può per sbarcare il lunario, anche prostituendosi. I due ragazzi (forse) di amano, pur nelle loro diversità.

ALBERTO BASSETTI

Nasce a Roma nel 1955, dove si laurea in lettere. Con questo film è al syuo debutto nel cinema. Fino ad oggi il suo mondo è stato il teatro, dove si è espresso come drammaturgo e regista. I suoi testi, che si caratterizzano per le tematiche fortemente sociali, hanno vinto molti premi e sono stati portati in scena da importanti registi teatrali in Italia e all’estero. Con “La Tana” vince nel 1990 il Premio Concorso Idi e nel 1995 lo rivince con “La gabbia”. Lo stesso anno Giorgio Albertazzi dirige al Festival di Taormina il suo testo “Il girifalco dell’harem”. Nel 1995 riceve il Premio Giuseppe Fava per “Sopra e sotto il ponte”. Nel 2003 devutta al Festival di Taormina “Il Ventre” con Isabel Russinova, per la quale scrive anche il monologo “Ferro e Cuore” che continua la tournée nel 2006. Attualmente codirige il Festival Quartieri dell’arte e la collana di testi teatrali “boccascena” per le Edizioni Interculturali.

2005 Sopra e sotto il ponte (lungometraggio, feature film)