Diario di bordo – Day 04

Tramonto rossofuoco sul Golfo di Trieste, uno spettacolo difficile da dimenticare, una sorta di tuorlo d’uovo poetico e fatato, mentre a pochi passi si perpetua la magia del Cinema.

Piazza Verdi stracolma di gente è nettare per gli occhi , scalda il cuore ed il morale di chi organizza un evento come questo, che vive di emozioni, palpiti, sorprese visive, ma che richiede anche tantissimo lavoro e dedizione totale.

Immagini italiane, in apertura, per l’evento MESTIERI DEL CINEMA che presenta SEPARATI, frutto di un lavoro collettivo intelligente ed ironico, dove si parla di guasti coniugali e non solo.

Tra gli interpreti, ancora Lorenzo Acquaviva , assieme ad altri armonici giovani talenti.

Il primo cortometraggio della serata, ALIVE AND KICKING : THE SOCCER GRANNIES OF SOUTH AFRICA , dovrebbe a nostro avviso essere proiettato in tutte le scuole del mondo.

Si tratta infatti di un docufilm sulle incredibili risorse fisiche e morali delle anziane donne di Limpopo, in Africa, e ci sprona a riflettere sulla nostra identità e sui nostri diritti e doveri.

Uno splendente messaggio di fratellanza universale diretto da Lara Ann De Wet.

Mare nostrum, dicevano i latini, e attraverso le correnti e le scansioni acquatiche di suddetto mare  si dipana la vicenda d’animazione pensata da Marles Van Der Wel per il suo ZEEZUCHT.

Sempre accorto e partecipe del suo narrato, l’autore ci coinvolge per empatia nel suo piccolo mondo illustrato. Misticismo, trascendenza, mondi interiori che sembrano d’acciaio e invece si rivelano di vetro soffiato.

THE SAD MONK di Diana Francovic porta lo spettatore nel mondo di un giovane religioso tormentato dai dubbi, continuamente in bilico tra la fede e le tentazioni del mondo prosaico e pagano. Scintillanti immagini, ed è un tema di strettissima attualità.

Si dipana invece in un contesto notturno e sussurrato la vicenda drammatica  di PATH a  firma MD Abid Mallick, dove una storia di sfiorato terrorismo viene narrata come una macabra stella filante.

Basta un solo, repentino minuto di narrazione per puntare il dito su qualcosa che ci sta a cuore, su di un sopruso, su di un’ingiustizia perpretata ; in questo caso sono gli animali a farne le spese, muti testimoni della stupidità umana. Tutto questo accade in DÜNYANIN ÖLÜMÜ di Evrim Inci, e sono ancora immagini vincenti.

Il regista italiano Dario Imbrogno sceglie per il suo cortometraggio OSSA , raffinati ed evocativi giochi di specchi, qui horror e là tardo – romantici, un amalgama d’animazione molto interessante.

Cinema, agognata musa … quanta fatica, quante peripezie assortite prima di apporre la propria firma su di un’opera d’arte…. scegliendo la tecnica del filmato amatoriale, Johannes Bachmann ci racconta molto di sé in DIE KUNST, MEINE FAMILIE UND ICH.

Tormentatissima come un lago nero che non trova la sua sponda primigenia, la vicenda narrata da Dario Samuele Leone con QUELLO CHE NON SI VEDE ci parla di lavoro e di negazione del medesimo, e può contare su un’ interpretazione quasi metateatrale da parte del protagonista.

THE OFFER di Winnfred Jong vede invece un originale piazzista di enciclopedie introdursi in un ambiente domestico, e come nel memorabile testo teatrale IL VISITATORE di Eric Emmannuel Schmitt , potrebbe esserci una sorpresa metafica dietro la porta….

PAINT del nostro Antonio Lusci è un vorticoso ed aggressivo labirinto di colpi di scena sul tema dell’ispirazione pittorica, sulle nevrosi e le tensioni policrome a cui va soggetta l’Arte. Produce una vecchia gloria del cinema fantastico italiano, il regista e specialista di effetti speciali Sergio Stivaletti.

Nella quasi gelida immobilità si svolge la storia firmata dal cineasta Jaume Quiles, che con il suo PARADÍS sfrutta una sua peculiare fantasia illustrativa.

Conclusione all’insegna del grande Cinema con lo spettacolare LA VOCE di David Uloth, dove si parla di musica e di trasformazioni vocali e fonetiche , in una cornice da racconto di Howard Philips LoveCraft. Un viaggio ipnotico, ed è oltre mezzanotte, l’ora delle streghe e degli avvenimenti fantastici ! 

Appuntamento a mercoledì sera.

 

1 commento

Trackbacks & Pingbacks

  1. […] Day 04 – Martedì 4 luglio […]

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.