Il regista Gianclaudio Cappai ritorna al Festival triestino con il suo primo mediometraggio

Dopo il corto “Purché lo senta sepolto”, come evento extra-large Maremetraggio propone il suo ultimo lavoro, “So che c’è un uomo”.

Dopo averlo accolto due anni fa con il pluripremiato corto “Purché lo senta sepolto”, al Festival Maremetraggio ritorna il regista Gianclaudio Cappai con il suo primo mediometraggio.

Giovedì 1 luglio, alle ore 19.30, al Teatro Miela, il pubblico del festival potrà assistere alla proiezione di “So che c’è un uomo”, nuova opera firmata Cappai, inserita tra i numerosi appuntamenti in programma per questa undicesima edizione di Maremetraggio come “Evento extra-large”.

Ambientato presso uno squallido casale di campagna dove sotto un caldo afoso e opprimente, nel nuovo lavoro di Cappai traspaiono i dubbi, le paure e i malesseri di una famiglia senza controllo. A tensioni mal represse fa eco una promiscuità morbosa, e il perturbante si insinua in ogni gesto, rumore e bestiario. E’ il futuro il grande assente di So che c’è un uomo, e per mascherare quel senso di ineluttabilità contro cui è inutile combattere non basta la follia di un figlio dolcemente crudele. La pellicola di Cappai colpisce per i colori del paesaggio arido e il grande lavoro registico attorno a tutto ciò che è “suono”.

Cappai in merito al suo ritorno in terra triestina per Maremetraggio ha così detto: «Sono davvero felice di partecipare nuovamente al festival. Ho un ricordo ancora vivido dell’esperienza e delle emozioni che mi hanno accompagnato due anni fa con “Purché lo senta sepolto” e sono certo che quella di quest’anno, con la proiezione di “So che c’è un uomo”, sarà un’altra avventura indimenticabile».

Gianclaudio Cappai è nato a Cagliari nel 1976. Ha studiato cinema presso l’Accademia internazionale dell’immagine de L’Aquila,diplomandosi in regia e sceneggiatura. Vive e lavora a Roma, dove sviluppa progetti audiovisivi e cinematografici per alcune società di produzione. Ha scritto e diretto documentari e cortometraggi. “So che c’è un uomo” è stato presentato in anteprima mondiale alla 66ma Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia. Attualmente sta scrivendo la sceneggiatura per il suo primo lungometraggio.

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.