[:it]E’ cominciato il conto alla rovescia per il corto di animazione Juan e la Nuvola

Dead line Maremetraggio section

postponed

Mancano solo pochi giorni alla dead line per iscrivere il tuo corto.

Potresti vincere 10.000 Euro cosa aspetti?

 

Ritorna sul grande schermo a Trieste “Zoran, il mio nipote scemo”

MERCOLEDÌ 15 GENNAIO AL MIELA PRESENTATO DAL REGISTA MATTEO OLEOTTO PER LA RASSEGNA “FILM OUTLET”

 Zoran-il-mio-nipote-scemo

Prosegue nel mese di gennaio al Teatro Miela la programmazione di FILM OUTLET, rassegna cinematografica di film in lingua originale, seconde visioni e cult-movies organizzata da Bonawentura e La Cappella Underground in collaborazione con l’associazione Casa del Cinema di Trieste.

Mercoledì 15 gennaio alle ore 19 e 21.30, in collaborazione con Alpe Adria cinema – Trieste Film Festival e Maremetraggio, appuntamento con il film sorpresa dell’autunno, ZORAN, IL MIO NIPOTE SCEMO (Italia/Slovenia, 2013), opera prima del goriziano Matteo Oleotto, vincitore alla 70a Mostra di Venezia del Premio del Pubblico alla Settimana della Critica. Nel cast, Giuseppe Battiston, Teco Celio, Rok Presnikar, Marjuta Slamic, Roberto Citran, Ariella Reggio, Riccardo Maranzana. Il regista Matteo Oleotto sarà ospite della serata e incontrerà il pubblico alle ore 20.45, al termine della proiezione delle 19 e prima della replica delle 21.30.

Prodotto da Igor Prinčič per la società goriziana Transmedia con la slovena Staragara e distribuito dalla Tucker Film, “Zoran, il mio nipote scemo” racconta di Paolo Bressan, un quarantenne alla deriva, cinico e misantropo, professionista del gomito alzato ma anche della menzogna compulsiva, che lavora di malavoglia in una mensa per anziani e insegue senza successo l’idea di riconquistare Stefania, la sua ex moglie. Ma le cose cambiano con l’entrata in scena di Zoran, un quindicenne occhialuto lasciatogli in “eredità” da una lontana parente slovena, che parla in modo strano e sembra anche un po’ ritardato.

Solo quando si accorge che suo nipote Zoran è un vero fenomeno a lanciare le freccette, si ricrede. Ogni anno si svolgono i campionati mondiali di freccette con un montepremi di 60 mila euro e Paolo non ha nessuna intenzione di lasciarsi scappare questa opportunità: Grazie a Zoran comincia a pensare di poter fare finalmente centro nella sua vita… Ci riuscirà? Una cosa è certa: Paolo s’è svegliato da un letargo che durava da sempre e ha iniziato a inseguire un riscatto personale. Ma Paolo l’inaffidabile, Paolo l’insopportabile, Paolo l’alcolista, prima di vincere qualsiasi gara di freccette, sarà in grado di sconfiggere se stesso?

Con oltre 100mila spettatori all’attivo, più di 50 presentazioni dal vivo in tutta Italia e numerose partecipazioni a festival in Europa, dalla Germania alla Lituania, la commedia cult “Zoran, il mio nipote scemo” si è imposta come uno dei più significativi e originali casi cinematografici del 2013, grazie anche ad un elenco di riconoscimenti e premi che continua a crescere: oltre a Venezia e Portorose, i più recenti sono il premio del pubblico al Festival di Tarragona in Spagna, e la vittoria al Sulmonacinema Film Festival.

 

Organizzazione | Info:

Bonawentura | Teatro Miela

Piazza Duca degli Abruzzi n. 3 | 34132 Trieste tel 040 365119 www.miela.it | teatro@miela.it

 

La Cappella Underground

Piazza Duca degli Abruzzi n. 3 | 34132 Trieste tel 040 3220551 www.lacappellaundergroung.org info@lacappellaunderground.org

 

 

I festival e la critica nell’era del digitale. Tavola rotonda il 18 dicembre a Roma – Casa del cinema

afic

“I festival e la critica nell’era del digitale”
[In memoria di Alberto Farassino nel decennale della sua scomparsa]
Mercoledì 18 dicembre Ore 10
Casa del Cinema Sala De Luxe
Largo Marcello Mastroianni 1 – Roma

Per una nuova critica (ore 10-13)
La situazione della critica su carta e su internet, somiglianze /differenze
→ una relazione di base di Luca Mosso
Tavola rotonda coordinata da Giorgio Gosetti e Giovanni Spagnoletti
→ con Stefano Amadio, Marianna Cappi, Claudia Catalli, Federico Chiacchiari, Francesco Crispino, Maurizio G. De Bonis, Laura Delli Colli, Alessandro De Simone, Fabio Ferzetti, Daniela Persico, Federico Gironi, Michela Greco, Raffaele Meale, Franco Montini, Emiliano Morreale, Gabriele Niola, Federico Pedroni, Federico Pontiggia, Cristiana Paternò, Cristina Piccino, Emanuele Rauco, Ilaria Ravarino, Marina Sanna, Piero Spila, Boris Sollazzo, Luca Svizzeretto.

I festival nell’era virtuale (ore 14-17)
Come la critica parla dei festival
→ Relazione di Giorgio Gosetti e Boris Sollazzo
Il cinema e i festival alla radio e in tv
→ Intervengono: Enrico Magrelli (Hollywood Party), Federico Raponi (Visionari), Fabio Falzone (Effetto Notte), Federico Gironi (Coming Soon), Antonello Sarno (Supercinema)
Le prospettive delle piattaforme (sala reale/virtuale)
→ Intervengono: My Movies, Cineama, FilmFlyNet
Il piano della comunicazione
→ Intervengono: Gabriele Niola
 e Mario Sesti
Gli autori promossi e giudicati dai festival e dalla rete (la comunità virtuale della rete e quella reale del pubblico)
→ Interviene: Maurizio Sciarra (100 autori)

Iniziativa realizzata con il contributo della Direzione Generale per il Cinema – Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo

Aperte le iscrizioni alla sezione “Nuove Impronte”

MM_Logo8nuoveimpronte

Sarà dedicata alle opere prime italiane la sezione “Nuove Impronte”, che per la XV edizione di Maremetraggio riserverà una speciale vetrina per dare visibilità ai primi passi nel mondo del lungometraggio dei giovani registi italiani. I film d’esordio, spesso invisibili al pubblico perché con una scarsa o nulla distribuzione nelle sale cinematografiche, troveranno spazio a 15MISFF, Maremetraggio International Short Film Festival.

Sono aperte da oggi e fino al 30 aprile le iscrizioni, con la nuova procedura on-line, a questa sezione del festival, nata con l’obiettivo di seguire i giovani registi di cortometraggi nel loro esordio nel mondo del lungometraggio, proponendo, con le loro “nuove impronte”, una panoramica su quello che sarà il cinema italiano del futuro.

Numerosi i premi in palio per questa sezione di 15 MISFF: una giuria qualificata, selezionata tra gli esperti di settore, assegnerà il premio alla migliore opera prima, quello al miglior attore e alla miglior attrice. Ma a partecipare alle premiazioni saranno anche gli spettatori, che assegneranno il premio del pubblico alla migliore opera prima.

iscrivi qui il tuo film

Al via la 6° edizione del Piccolo Festival dell’Animazione

 SNEH_fotosky_05Il Piccolo Festival dell’Animazione arriva alla 6° edizione – dal 16 al 30 dicembre – e allarga la rete regionale oltre a Pordenone (Cinemazero), Udine (Visionario) e Trieste (Teatro Miela e Studio Tommaseo) anche a Gorizia (Kinemax), con la possibilità di vedere un calendario occupato da oltre 50 film provenienti soprattutto dall’Europa centro orientale, con una diversa programmazione distribuita nei 4 capoluoghi del Friuli Venezia Giulia. Un vero tour festivaliero che offre un panorama delle produzioni contemporanee di cortometraggi d’animazione, solitamente appannaggio dei grandi circuiti dei Festival Internazionali. Si tratta di animazioni d’autore, spiccatamente originali, molto diverse da quelle che passano nei canali della grande industria del cinema: questa la caratteristica principale del PFA, oltre alla confermata partnership di Animateka Film Festival di Lubiana e la giuria popolare chiamata a votare i lavori presentati.

Kiosk_Still_01Si comincia la mattina del 16 dicembre al Kinemax, dove grazie alla collaborazione con Palazzo del Cinema, verrà proposta la sezione AnimaKIDS, con i film dedicati agli studenti delle scuole, elementari e medie superiori, ma aperte a tutti. Da segnalare l’intelligente e ironico Nyuszi és Őz (tr.int. Rabbit and Deer) di Péter Vácz, che ha ricevuto tra gli altri premi una Special Mention al Festival di Cannes, accanto a film realizzati da giovani autori italiani, con opere provenienti dal Centro Sperimentale di Cinematografia di Torino e dall’Accademia di Belle Arti di Palermo. AnimaKIDS si replica poi la mattina del 17 dicembre a Cinemazero e il 18 al Visionario.

Virgilio VilloresiPiù espressamente rivolta ad un pubblico adulto è la programmazione serale, diversificata nei quattro appuntamenti. A Cinemazero il 17 dicembre la scena sarà dei film realizzati da autori molto giovani che hanno ottenuto importanti premi e segnalazioni al Festival di Cannes e di Annecy, caratterizzando la serata per versatilità delle soluzioni e invenzioni poetiche. Film più corposi per durata e sviluppo e realizzati da autori di fumetto, illustratori e artisti, impegneranno i due appuntamenti a Trieste: al Teatro Miela il 18 dicembre e allo Studio Tommaseo il 28 sarà possibile vedere film realizzati da chi svolge anche un’attivita’ artistica o di illustratore, come DanijelŽeželj, Stefano Ricci, Marko Tadić o Simone Massi, giustamente chiamato a realizzare la sigla della Biennale Cinema di Venezia. Durante le serata ci sarà anche l’anteprima del lungometraggio in produzione di Signe Baumane, Rocks in my Pockest, e il film pilota di Massimo Colella e Giacomo Nanni, The true story of Mr. Like. Udine chiude il tour il 30 dicembre con le ultime opere di Gianluigi Toccafondo e Roberto Catani e le proiezioni di film provenienti soprattutto dall’area austriaca e tedesca, ma con l’interessante incursione polacca di Wojciech Wojtkowski e del curioso Astigmatismo di Nicolai Troshinsky.

La programmazione di Trieste e Udine verrà arricchita anche dal lungometraggio dell’autore di fumetti svedese Max Andersson, Tito On Ice, sorprendente ritratto dei Paesi balcanici che, attraverso autori di fumetto, Zograf, direttori di Festival, Igor Prassel, direttori di centri artistici, Katerina Mirović e l’icona di Tito, catapulta lo spettatore in un inverosimile itinerario tra il passato e il presente dell’ex-Yugoslavia.

PICCOLO FESTIVAL DELL’ANIMAZIONE

Rassegna Internazionale di cortometraggi d’autore | Gorizia-Pordenone-Trieste-Udine

16>30 dicembre – Programma

16 dicembre, ore 9.30/11.30: AnimaKIDS – Gorizia, Kinemax, Piazza Vittoria, 41.

17 dicembre, Pordenone, Cinemazero, piazza Maestri del Lavoro, 3

ore 11.00: AnimaKIDS

ore 20.45: PFA

18 dicembre, Udine, Visionario, via Asquini, 33

ore 10.00: AnimaKIDS  (è obbligatoria la prenotazione scrivendo a giulia@cecudine.org  o chiamando lo 0432.299545)

18 dicembre, Trieste, Teatro Miela, Piazza Duca degli Abruzzi, 3

ore 20.30: PFA e Tito on Ice

28 dicembre, Trieste, Studio Tommaseo, via del Monte 2/1.

ore 18.00: PFA

30 dicembre, , Udine, Visionario, via Asquini, 33

ore 20.30: PFA e Tito on Ice

Direzione artistica: Paola Bristot

Partner:  Animateka Film Festival di Lubiana

Produzione:Udine: Centro Espressioni Cinematografiche e Visionario Centro Arti Visive.

Pordenone: Cinemazero, VivaComix.

Trieste: Casa del Cinema (con Alpe Adria Cinema – Trieste Film Festival, Bonawentura, La Cappella Underground, Maremetraggio) e Trieste Contemporanea. Dialoghi con l’arte dell’Europa Centro orientale.

Gorizia: Hiša filma – Palazzo del Cinema (Kinoatelje Mediateca.Gorizia – GoNGlab, Transmedia, DAMS Cinema, Premio Sergio Amidei).

Con il contributo:  Comune di Udine, Provincia di Pordenone

In collaborazione con: Istituto d’Arte ‘Enrico Galvani’, Cordenons (Pn), La Cineteca del Friuli, DobiaLab, PnBox, OTTOmani Laboratori, Etrarte, Koboshop.

Per informazioni:

cinemazero.ufficiostampa@gmail.com

cec@cecudine.org

info@lacappellaunderground.org

info@triestecontemporanea.it

info@mediateca.go.it

PFA – http://www.facebook.com/PiccoloFestivalAnimazione

 

 

Martedì 10 dicembre: lettura pubblica della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea

gruppo carcere

L’associazione Spaesati in collaborazione con il Dipartimento di Scienze Giuridiche, del Linguaggio, dell’Interpretazione e della Traduzione – IUSLIT e il Centro di documentazione europea dell’Università degli Studi di Trieste, e con Bonawentura-Teatro Miela, La Contrada- Teatro Stabile di Trieste, Associazione Maremetraggio e l’Istituto Casa Circondariale di Trieste promuove la Lettura pubblica della Carta dei diritti fondamentali dell’ Unione europea che avrà luogo martedì 10 dicembre al Teatro Miela alle ore 20.30 in occasione della Giornata mondiale dei diritti umani.

Sarà un evento spettacolare collettivo che vede coinvolte personalità della cultura, dello spettacolo, della scienza, della politica e della società civile, studenti delle scuole superiori e dell’Università. Alla lettura dei diritti da parte degli invitati si alterneranno in video brevi interventi dei docenti del Dipartimento IUSLIT a spiegarne i contenuti e le ricadute nella vita dei cittadini: Stefano Amadeo, Maria Cristina Barbieri, Pino Cittarella, Natalina Folla, Mitja Gialuz, Mario Fiorentini, Lorenza Riccio, Fabio Spitaleri, Angelo Venchiarutti delineano i principi cardine della Carta e approfondiscono alcuni dei diritti come la proibizione della schiavitù e del lavoro forzato, il diritto d’asilo, la protezione dei dati di carattere personale, il divieto di discriminazione, il rispetto della diversità culturale, religiosa e linguistica; i diritti dei minori, tutela dell’ambiente, i diritti riguardanti la giustizia.

Sullo sfondo apparirà il video allestimento a cura di Giordano Bianchi e Martina Marafatto con le immagini degli studenti dell’Istituto tecnico per Geometri “Max Fabiani” e dei detenuti del carcere di Trieste, coinvolti anch’essi nella lettura di alcuni diritti grazie alla pluriennale collaborazione tra l’Associazione Maremetraggio e l’Istituto Casa Circondariale di Trieste. La regia generale dell’evento è curata da Sabrina Morena.

L’obiettivo dell’evento è quello di divulgare la conoscenza della Carta dei diritti fondamentali dell’ Unione europea e i suoi valori di dignità, libertà, uguaglianza, solidarietà, cittadinanza e giustizia, e creare un momento di unità collettiva in cui una comunità si riconosce nei valori sanciti dalla Carta.

Partecipano alla lettura: Sergia Adamo, critica letteraria – Università di Trieste; Sara Alzetta, attrice; Maria Teresa Bassa Poropat, Presidente della Provincia di Trieste; Gordana Biljetina, Console della Repubblica Croata a Trieste; Roberto Cosolini, Sindaco dal Comune di Trieste; Claudia Crozzoli, operaia; Eva Ciuk, giornalista RAI; Pio d’Adamo, ricercatore in Genetica Medica dell’Universita’ di Trieste presso l’ IRCCS Burlo-Garofolo; Enza De Rose, attrice; Luigi Dainotti, Giudice presso il Tribunale di Trieste; Elena Delithanassis, studentessa Università di Trieste, Centro Universitario Teatrale; Laura Famulari, Assessore alle politiche sociali del Comune di Trieste; Eleonora Galimberti, studentessa Università di Trieste, ass. Rime; Hermine Letonde Gbedo, Il FVG in rete contro la Tratta e Casa Internazionale delle donne; Alessandro Giadrossi, WWF; Angela Gianelli, Giudice presso il Tribunale per i minorenni di Trieste; Veronique Goffin, Direttrice Alliance Française di Trieste; Marta Improta, studentessa Università di Trieste, Centro Universitario Teatrale; Veit Heinechen, scrittore; Fabiana Martini, Vicesindaco del Comune di Trieste; Raffaele Morvay, Presidente del Tribunale di Trieste; Alessandro Mizzi, attore; Loredana Panariti, Assessore al Lavoro della Regione Friuli Venezia Giulia, Paolo Pittaro, Direttore del Dipartimento di Scienze giuridiche, del linguaggio , dell’interpretazione e della traduzione; Giorgio Pressburger, scrittore e regista; Pietro Ruan, notaio; Gianfranco Schiavone, ICS –ufficio rifugiati; Carolina Stera, studentessa Università di Trieste, ass. Rime; Andrea Tamaro, studente Università di Trieste e Presidente del Circolo Arcobaleno Arcigay Arcilesbica di Trieste; Giacomo Todeschini, storico – Università di Trieste; Mefenja Tatcheu, attore; Chiara Valenti Omero, Associazione Maremetraggio; Presidente Marta Verginella, storica – Università di Lubiana; Elisabetta Vezzosi, storica – Università di Trieste; MaurizioZacchigna, attore; Vincenzo Zoccano, Presidente consulta disabili FVG.

 

 

 

 

Continua la collaborazione con il Contest Creativo “DAI-AVRAI”

131201.DaiAvrai1-150x150

Continua anche per il 2014 la collaborazione tra Maremetraggio e il contest creativo “Dai- Avrai”. Il Contest, che è giunto alla settima edizione, è organizzato dal Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Trieste, l’Associazione Onlus “Goffredo de Banfield” e  ADCI Art Directors Club Italiano  in collaborazione con il Comune di Trieste ed  è riservato e aperto a tutti gli Studenti del Dipartimento, 

Si è svolta mercoledì 4 dicembre alle ore  11 presso l’Aula Magna del Dipartimento di Studi Umanistici in via Tigor 22 a Trieste, la presentazione del brief per la nuova edizione del contest  “DAI-AVRAI 2013/2014” dedicato a promuovere la comunicazione pubblicitaria sociale. Presenti: Fabiana Martini, Vicesindaco e di Maila Zarattini, Direttore Servizio Comunicazione del Comune di Trieste, Anna Illy, Presidente Associazione Onlus “Goffredo de Banfield”, Chiara Omero, Presidente Maremetraggio International Short Film Festival, Elena Bettinelli coordinatore Vicario del CdL Magistrale in comunicazione pubblica, d’impresa e pubblicità e MariaTeresa Cavallar, docente Art direction al Dipartimento di Studi Umanistici.

Il contest creativo cambia di volta in volta il tema prescelto. Negli scorsi anni gli argomenti dei progetti di comunicazioni mirate sono stati la solidarietà, la ricerca fondi, l’integrazione, il volontariato, la prevenzione, la lotta contro la violenza alle donne. La comunicazione sociale è sempre più presente e impegnata a condividere nuovi possibili scenari percorribili, doverosi per la tutela della società e dell’ambiente. Quest’anno il tema individuato sarà la condivisione. Da declinare con progetti dedicati al sociale, con la collaborazione dell’Associazione “Goffredo de Banfield”, e con progetti dedicati all’ambiente grazie alla collaborazione con il Comune di Trieste. Si chiede quindi agli studenti di elaborare due proposte
di comunicazione pubblicitaria, che interpretino il tema, progettando immagini per realizzare due elaborati:

DAI-AVRAI CARTOLINA dedicato a progettare idee per cartoline del 5xmille

DAI-AVRAI GREEN per creare immagini che possano dare diverse visioni GREEN, sul tema di condivisione e cura del verde pubblico, del trasporto alternativo, del riuso e riutilizzo di risorse, sulla base del concept dedicato alla Città, “Trieste è anche tua, e sempre più green”. La consegna degli elaborati è prevista a febbraio, mentre la premiazione sarà organizzata a marzo, con la stampa della campagna dei lavori vincitori.

Il potere dell’attore

IVANA_LOGO_PARTNERS

Maremetraggio, assieme ad altri prestigiosi partner quali MyMovies.it, Teatro Ambra Jovinelli e Dino Audino editore, sostiene e promuove l’evento IL POTERE DELL’ATTORE, ideato da  Ivana Chubbuck ed organizzato da Phoenix Art Academy in collaborazione con gli Ivana Chubbuck Studios.

L’importante incontro con Ivana si svolgerà dal 24 al 28  novembre a Roma, con un Seminario e due Workshop presso il Teatro Ambra Jovinelli.

Per informazioni ed iscrizioni   http://www.ilpoteredellattore.com/contatti/

 

Registrations are open for Maremetraggio 2014

1385731_10151866908907719_448551643_n

The International Short Film Festival opens the registration for its 15th edition. You can win 10.000 euro for the best short film.
Registrations are open for the 15th edition of Maremetraggio International Short Film Festival, that even for this year reconfirms the 10.000 euros award for the best short film. Two sections in competition, that also in 2014 will propose to its public, as always, a selection of the best International shorts and the most interesting Italian debut works recently released in cinemas. Maremetraggio section is a “best of the best” of short films, reserved to all the works that won one or more awards in one or more Festival during the 2013 and Nuove Impronte section, for Italian debut works. From today, and until the 28th of February 2014, registrations are open for the 15th edition of the Festival.
For young directors, Maremetraggio is a big opportunity: in addition to the award of 10.000 euros for the best short film and many other awards the festival also offers an extraordinary showcase for young talents. Join the competition and take part to this big festival of young cinema!

Download the rules of the Festival

Enter your short film