Premi

Tutti i premi e le motivazioni della settima edizione del Festival

SEZIONE MAREMETRAGGIO

PREMIO MAREMETRAGGIO AL MIGLIOR CORTO ASSOLUTO: “FRAULEIN GERTIE” DI LAVINIA CHIANELLO e TOMAS CREUS

Per la capacità di raccontare in soli 5 minuti una storia di ordinaria follia dai risvolti straordinariamente inquietanti. Lo stile dell’animazione ed il modo essenziale in cui sono delineati i personaggi ci conduce in maniera perfetta al sorprendente finale.

 

PREMIO KODAK AL MIGLIOR CORTO ITALIANO: “VINCENT” DI GIULIO RICCIARELLI

Ci ha sorpreso lo sguardo innocente e allo stesso tempo disincantato di un bambino di 7 anni che riesce già alla sua età ad avere una visione molto personale del mondo, sperimentando delle tecniche di autodifesa dalle bugie dei “grandi”.

 

PREMIO CIAK AL MIGLIOR CORTO ITALIANO: “BUONGIORNO” DI MELO PRINO

Un incubo capace di scatenare ilarità. Grazie anche alle capacità espressive del protagonista, una fulminante storia breve riesce a divertire senza rinunciare, nel gioco del doppio tra specchio e immagine, a un sottofondo di inquietudine quasi metafisica

 

PREMIO CORTI IN LUCE AL MIGLIOR CORTO ITALIANO: “TREVIRGOLAOTTANTASETTE” DI VALERIO MASTANDREA

Un corto vero, sincero che arriva nella sua immediatezza negli animi umani dando l’opportunità di riflettere sulle condizioni reali lavorative di molti operai che vivono ogni giorno con la possibilità concreta di perdere la vita sul posto di lavoro. Una scossa sociale che ci costringa a vedere anche dove il nostro occhio non vuole dirigere il suo sguardo, che ci porti a voler cambiare un pezzo di realtà senza continuare ad ignorarla poiché è considerata distante da noi. Un messaggio che si impone attraverso la grande capacità che hanno le immagini di trasmettere emozioni e sensazioni riuscendo a risvegliare la sensibilità dell’animo.

 

PREMIO SHORTVILLAGE AL MIGLIOR CORTO ITALIANO: “TUTTO BRILLA” DI MASSIMO CAPPELLI

Per aver raccontato con ironia e attraverso una metafora una storia in cui verità e bugia si mescolano perfettamente insieme, concedendo una splendida illusione ottica: “non sempre è tutto oro ciò che luccica”

 

PREMIO DELLA CRITICA AL MIGLIOR CORTO: “BEFORE DAWN” di Balint Kenyeres EX AEQUO “BERE IL MARE” di Guido Tortorella

Un ex aequo all’unanimità, formula fuori dall’ordinario, per due film diametralmente opposti per modalità produttive ma uniti dalla figura stilistica forte ed evocativa della classicità come il piano sequenza e che riescono ambedue, grazie all’originalità dello sguardo che si fa racconto, a trasformare la cronaca in cinema

 

PREMIO DEL PUBBLICO AL MIGLIOR CORTO:

“BUONGIORNO” DI MELO PRINO

 

SEZIONE CEI

PREMIO AL MIGLIOR CORTO A : “MAESTRO” DI GEZA M.TOTH

The first prize of Maremetraggio to MAESTRO for easy, humorous and punch-lined schetch (alegory)

Excellent short, animated and buil-up “film cartoon” about epigonism so characteristical for present times

Per lo humor, la leggerezza e l’allegorico finale a sorpresa. Corto animato con eccellenza su una rappresentazione così caratteristica per i giorni nostri.

 

SEZIONE IPPOCAMPO

PREMIO IPPOCAMPO AL MIGLIOR FILM: “QUANDO I BAMBINI GIOCANO IN CIELO” DI LORENZO HENDEL

Consegna il premio

E’ un film dove poesia, struttura narrativa e essenzialità delle immagini riescono a convivere in grande armonia facendolo diventare una di quelle opere che si impongono per la loro originalità.

 

PREMIO IPPOCAMPO ALLA MIGLIORE ATTRICE: MARIA PIA CALZONE PER “MATER NATURA” DI MASSIMO ANDREI

E’ riuscita a dar vita alla verità di un personaggio complesso con leggerezza, aiutandoci a capire l’amarezza, la drammaticità, la solitudine di uno degli aspetti della nostra società

 

PREMIO IPPOCAMPO AL MIGLIOR ATTORE: CLAUDIO BISIO PER “LA CURA DEL GORILLA” DI CARLO A.SIGON

Una bella interpretazione di un attore completo che la popolarità tante volte relega in uno stereotipo ma che qui viene superato dal talento

 

PREMIO DELLA CRITICA AL MIGLIOR FILM: “QUANDO I BAMBINI GIOCANO IN CIELO” DI LORENZO HENDEL

Per il film di un regista che alla sua opera prima dimostra capacità e coraggio di affrontare temi altri rispetto alla media del cinema italiano svincolandosi dai “luoghi comuni”, anche geografici e svelando una particolare sensibilità nel guardare il mondo attraverso gli occhi dei bambini

 

PREMIO DEL PUBBLICO AL MIGLIOR FILM:

“BASTA UN NIENTE…” di IVAN POLIDORO EX AEQUO “MATER NATURA” di MASSIMO ANDREI

 

PREMIO CORAGGIO AL PRODUTTORE di “NOTTE PRIMA DEGLI ESAMI” : GIANANDREA PECORELLI

0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.