Maremetraggio 2005 – Festival Internazionale di migliori cortometraggi europei

“LA FABBRICA DEI NUOVI TALENTI”

 

Maremetraggio ha superato il giro di boa della quinta edizione: un “approdo” felice, dopo aver consolidato tra il pubblico, la critica e gli addetti ai lavori un marchio vincente che significa amore per il cinema, rispetto per il prodotto artistico, stimolo e incentivo per i giovani autori, volontà di cooperazione.

Trieste è nuovamente scenario d’elezione per questa prestigiosa e articolata rassegna, che ha oltretutto il non comune e trascurabile pregio di abbattere le barriere normalmente esistenti tra le celebrità e gli spettatori. Nel contesto di Maremetraggio, di fatti, un grosso elemento di attrazione è determinato dalla possibilità di interagire con esponenti assortiti del mondo di celluloide soprattutto durante gli appassionati dibattiti mattutini che sono una parte fondamentale del festival. Ciò crea dei veri e propri percorsi artistici paralleli, o meglio, un “Festival nel Festival” che rappresenta un valore aggiunto alla manifestazione. Nello splendido scenario offerto da Piazza della Borsa, in pieno centro della città, si posizionerà il “Maremetraggio Village”, uno spazio che farà da fulcro e centro di ritrovo per tutti i visitatori del Festival. Qui si potrà assistere e prendere parte ai dibattiti che avranno come leit motiv il cinema in tutte le sue forme, insieme con gli esperti e gli ospiti che di volta in volta si avvicenderanno nelle mattinate e nei pomeriggi triestini. Particolare attenzione verrà data al rapporto tra il cinema e la letteratura negli incontri organizzati con gli autori i cui romanzi sono stati il punto di partenza per bellissimi film.
Anche quest’anno Maremetraggio porta una ventata d’aria fresca nel panorama ormai affollatissimo dei festival dedicati alla settima arte. E lo fa con una passione genuina per questo mezzo espressivo che sempre di più sta conquistando la dignità di prodotto del tutto autonomo. Ma come sempre Maremetraggio è aperto a tutte le forme di espressione artistica; proprio in quest’ottica si è scelto di inaugurare la manifestazione con un’interessante mostra fotografica, opera di uno dei maestri illustri del cinema italiano: Giuseppe Tornatore.
Diviso in varie sezioni tematiche, il Festival riserva la maggior parte del suo spazio alla proiezione, diffusione e interpretazione del corto accogliendo nel concorso ‘Maremetraggio’ una moltitudine di giovani artisti da tutta Europa. Oggi più che mai il cortometraggio assume il valore di banco di prova per chi vuole cimentarsi con la grande arte della celluloide. A dimostrazione di questa verità nella sezione Ippocampo potremo valutare le prime prove di quei registi che lo scorso anno hanno esordito al cinema con un lungometraggio, ma che hanno mosso i primi passi con il cortometraggio. Come dire che anche i grandi hanno cominciato da piccoli…
Unici lungometraggi presentati Fuori Concorso Il Fuggiasco, di Andrea Manni, con uno straordinario Daniele Liotti, che verrà presentato in pre-apertura del festival il 30 giugno a Trieste, e Pater Familias di Francesco Patierno, tratto dal libro omonimo di Cacciapuoti (tra il regista e l’autore si svolgerà anche un incontro-dibattito aperto al pubblico sulla trasformazione dal libro al film) mentre un’altra piacevole sorpresa sarà la proiezione di Wimbledon, divertente commedia sul tennis con Kirsten Dunst e Paul Bettany.
Questa sesta edizione di Maremetraggio si svolge all’insegna di una totale apertura all’internazionalità, con una visione europea a 360 gradi. Trieste vanta da sempre le sue influenze multiculturali che ne fanno culla unica e originale della cultura propriamente “europea”. E la sezione CEI è una dimostrazione di questa multiculturalità: quest’anno sono stati selezionati 12 concorrenti per altrettanti paesi partecipanti del centro Europa, dalla Macedonia alla Romania, dalla Serbia alla Polonia, tutte le culture si incontrano per dar vita a un originale meltin’ pot. Spazio anche ai giovanissimi con la sezione Corallino, patrocinata da Agiscuola e rivolta a tutti gli studenti delle scuole italiane.
Quattro competizioni costituiranno, dunque, anche per quest’anno il fulcro della manifestazione: la Sezione Maremetraggio dedicata ai cortometraggi vincitori nell’anno 2004 dei più importanti Festival Europei (premio assoluto di 10.000,00), la Sezione Ippocampo, dedicata ad opere prime realizzate nel corso dell’anno 2004 da registi che hanno iniziato il loro percorso artistico con il cortometraggio, la Sezione Corallino dedicata al miglior cortometraggio realizzato a livello nazionale dalle scuole secondarie inferiori e superiori e infine la Sezione CEI, dedicata a film brevi e a registi che provengono dai Paesi che fanno parte della CEI, per mettere così in luce la cultura cinematografica del centro Europa.
IL FESTIVAL È REALIZZATO CON IL CONTRIBUTO DI:
Regione Friuli Venezia Giulia – Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Comune di Trieste – Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura – Provincia di Trieste – CEI Central European Initiative – Fondazione CRTrieste – Agenzia di informazione e di accoglienza turistica
SI RINGRAZIA INOLTRE:
Kodak, Coming Soon, Banca Popolare Friuladria, Associazione Donatori Sangue, Stock SpA, Shortvillage, Padovan & Figli, Acqua Pradis, Music Feel.com, Moroso, Illy SpA, Arredamenti Diaz, Star Hotel Savoia Excelsior
Il Festival è membro del Coordinamento Europeo dei Festival e dell’AFIC
Ufficio Stampa : Emmepi Comunicazione – Roma – tel +39068073469
Daria Salvini – 3396043524 – ufficiostampa@maremetraggio.com
Ufficio Accrediti: Reef comunicazione s.r.l.-www.maremetraggio.com
tel +390403224428 info@reefsrl.com
0 replies

Leave a Reply

Want to join the discussion?
Feel free to contribute!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.