Ciao Riccardo, amico caro

Riccardo è sempre stato, semplicemente, Riccardo.

 

Un uomo eccezionale, buono, disponibile e con un amore per la vita raro. Ogni tanto telefonava e chiedeva “Chiara, ci sono sempre, vero? Sono sempre dei vostri?” e Chiara gli rispondeva “Riccardo, come potremmo fare senza di te, senza i tuoi fantastici Diari di Bordo che scrivevi ogni sera durante le serate di programmazione del festival?” 

La sua cultura in campo umanistico e cinematografico era immensa. Così come immensa era la sua voglia di condividerla, di donare ogni suo sapere agli altri facendosi benvolere e stimare da tutti. 

Arrivava a Natale e Pasqua in ufficio con ogni prelibatezza per sentirsi parte di un qualcosa, di un gruppo che gli restituiva amore incondizionato. 

Prepariamo la prossima edizione di ShorTS e pensare che non ci sarai, che non sarai seduto nell’ultima fila fino all’ultimo titolo di coda dell’ultimo cortometraggio della serata, ci fa piangere di tristezza e di dolore. 

Ci mancherai, tanto quanto sei stato presente seppur in punta di piedi in tutti gli anni che ti hanno visto al nostro fianco. 

Ciao amico caro. Sincero. Insostituibile.

Sei sempre dei nostri. 

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.