Cinema in corsivo

Cinema, cinema e ancora cinema! Immagini e schermi riempiono le nostre vite, le raccontano, ne amplificano i sogni e i desideri, le paure e tutte le altre emozioni. Non possiamo ignorare le immagini, non possiamo proprio farne a meno. Ecco perché ci impegniamo, grazie alla collaborazione con la Mediateca di Trieste, a proporre un percorso di avvicinamento al mondo delle immagini e del cinema e, ça va sans dire, ai cortometraggi.

Cinema in corsivo è un progetto di educazione alla visione e all’analisi dei  film rivolto alle scuole e pensato per avvicinare i più piccoli al mondo del cinema attraverso un percorso di didattica del linguaggio audiovisivo e di alfabetizzazione cinematografica.

Il progetto, che vede due edizioni all’attivo già realizzate, è rivolto a tutti gli istituti comprensivi triestini interessati, con l’obiettivo di coinvolgere, di anno in anno, una rete sempre più ampia e varia di scuole.

Alla base del progetto, infatti, c’è la convinzione che la didattica dell’immagine e del linguaggio audiovisivo cinematografico portata come pratica integrata all’interno dell’educazione scolastica dei più piccoli rappresenti uno strumento fondamentale per creare spettatori consapevoli del futuro e cittadini capaci di decifrare un mondo e un’epoca dominati dalle narrazioni audiovisive.

Attraverso le lezioni in aula (due in aula, la terza, immancabilmente, al cinema) tenute da Manuela Morana e Marco Catenacci, esperti del settore dell’audiovisivo, i bambini e i ragazzi hanno la possibilità di apprendere le basi del linguaggio cinematografico e delle sue peculiarità e di avvicinarsi alla visione e all’analisi critica dei film grazie anche a materiali di supporto utilizzati durante le lezioni come spezzoni cinematografici, videoclip, spot. In questo modo i bambini e i ragazzi sono in grado di acquisire le basi del linguaggio cinematografico e le sue principali caratteristiche e quindi, di conseguenza, di saper leggere  e interpretare un testo filmico in maniera autonoma, comprendendone il significato e riuscendo ad assegnare a ciascun film un valore estetico e culturale.

Terminato questo ciclo di lezioni in aula prende invece il via la seconda fase del progetto, per cui i bambini e i ragazzi interessati a proseguire l’esperienza di immersione nel mondo del cinema possono candidarsi per far parte di una speciale giuria che decreterà il cortometraggio vincitore nella sezione Shorter Kids’n’Teens, la sezione dedicata ai bambini e ai ragazzi di ShorTS International Film Festival. In questo modo i bambini e i ragazzi che partecipano alla giuria hanno modo non solo di mettere in pratica in prima persona quanto appreso in maniera più teorica durante le lezioni  in aula ma anche di vivere un altro contesto di fruizione fondamentale nel mondo del cinema, quello di un festival cinematografico appunto, diventandone parte operativa a tutti gli effetti.

Anno scolastico 2018 / 2019

Nell’edizione 2018-2019 del progetto sono stati quattro i gruppi classe coinvolti: una classe terza e una classe quarta della scuola primaria “Tarabochia” e due classi seconde della scuola secondaria di primo grado “Brunner” dell’Istituto Comprensivo di Roiano-Gretta.

Con l’aiuto e la guida degli educatori di Mediateca, studenti e studentesse hanno scoperto e analizzato le caratteristiche, le specificità e le eccezionalità del linguaggio audiovisivo e imparato a conoscere gli elementi che definiscono il contenuto e la forma espressiva dei cortometraggi, arrivando ad acquisire gli strumenti necessari per valutarne la qualità, in un contesto di apprendimento dove la lezione frontale ha lasciato il posto al dialogo e al confronto tra pari. Col fine ultimo, dunque, di trasformarsi a poco a poco in spettatori appassionati e consapevoli delle immagini, capaci di scegliere cosa includere nella propria esperienza di visione e cosa invece escludere.

L’ultima di tre lezioni previste dal percorso Cinema in corsivo, per forza di cose, non poteva che svolgersi al cinema Ariston dove studenti e studentesse, seduti in una vera platea cinematografica, hanno potuto vivere in prima persona l’esperienza della visione collettiva di una breve selezione di cortometraggi e simulare, con l’aiuto degli educatori, le operazioni di valutazione di ciascuna opera, proprio come i giurati di un festival.

Si tratta dunque di un’esperienza di training, questa, che consente loro di prepararsi alla loro partecipazione “attiva” l’1 e il 2 luglio al Teatro Miela.

Anno scolastico 2017 / 2018

Questa prima edizione del progetto Cinema in corsivo ha visto coinvolti gli studenti di quattro classi dell’I.C. Ai Campi Elisi di Trieste, due della scuola primaria Morpurgo e due della scuola secondaria di primo grado Stock.

I bambini e i ragazzi impegnati nelle attività previste dal progetto hanno affrontato un breve ciclo di lezioni teoriche a cura di esperti nella formazioni di audiovisivo e cinema (due svolte in aula e una terza al cinema Ariston), lavorando anche in maniera interattiva sul tema “Come vedi il mondo attorno a te”. Bambini e ragazzi coinvolti hanno messo in evidenza il proprio punto di vista su questo tema attraverso l’utilizzo di disegni, fotografie e altri tipi di materiali, elaborando così in maniera personale e creativa quanto appreso durante le lezioni teoriche.

A conclusione del ciclo di lezioni, i bambini e i ragazzi interessati a proseguire l’esperienza all’interno del mondo cinematografico e a vivere il contesto di un festival hanno potuto partecipare ad una giuria speciale impegnata nella visione e nel giudizio dei cortometraggi presentati alla IX edizione di ShorTS International Film Festival, all’interno della sezione Shorter Kids’n’Teens (Cinema Ariston, 3-4 luglio 2018).