RED-END AND THE SEEMINGLY SYMBIOTIC SOCIETY

RED-END AND THE SEEMINGLY SYMBIOTIC SOCIETY

REGIA / DIRECTOR ROBIN NOORDA, BETHANY DE FOREST
SCENEGGIATURA / SCREENPLAY
ROBIN NOORDA
FOTOGRAFIA / CINEMATOGRAPHER
ROBIN NOORDA
MONTAGGIO / EDITING
ROBIN NOORDA
MUSICA / MUSIC
DOLBY SRD
GENERE / GENRE
ANIMAZIONE – ANIMATION
FORMATO ORIGINALE / ORIGINAL FORMAT
4K DIGITAL – COLOR
DURATA / RUNNING TIME
14’32”
ANNO DI PRODUZIONE / YEAR OF PRODUCTION
2009
PAESE DI PRODUZIONE / COUNTRY OF PRODUCTION
OLANDA – THE NETHERLANDS
PRODUZIONE / PRODUCTION
ROCKETTA FILM
DISTRIBUZIONE / DISTRIBUTION
SND FILM

Delle formiche ammassano zollette di zucchero in una grotta di marna ghiacciata al fine di costruire un palazzo. Presto si scopre che si tratta di un reparto in cui vengono allevate delle larve. Queste crescono in una grotta e si rivelano essere strani esseri voraci che camminano (chiamati Cricust). La formica Red-end è diversa dalle altre e tenta di fare un esperimento su un Cricust. Mentre gli altri Cricust divorano la natura come soldatini, volando da un campo all’altro, quella diversa se la spassa in un campo di lamponi. Presto, il gruppo dei voraci trasforma tutta la natura in un deserto arido: le conseguenze sono inevitabili. Nel campo di lamponi, invece, Red-end vigila sulla sua grande amica. Alla fine, riusciranno a camminare insieme verso il futuro.

Ants gather sugar cubes in an icy marl cave in order to build a palace. This turns out to be a nursery to cultivate larvae. These grubs grow in a cave and reveal themselves as bizarre, marching gluttons called Cricusts. The ant Red-end is different and tries an experiment resulting in one of the Cricusts being different as well. While the other Cricusts eat all the green in a military way and fly to the next forage field, the different one takes it easy in field of raspberries. The greedy group soon turns all green landscapes into a barren desert with fatal consequences. Except for the raspberry field were Red-end keeps an eye on his big friend finally enabling them to walk together into the future.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.