MERIDIONALI SENZA FILTRO

In una grigia e pesante giornata di novembre tre uomini viaggiano sulla strada che dalla Puglia porta in Basilicata. Fajele, il fratello maggiore, deve sposarsi con una ragazza che abita in un paese dalla rinomata fama iettatoria.

 

regia/director michele bia
sceneggiatura /screenplay
michele bia
fotografia/cinematographer
roberta allegrini
montaggio/editing
anna lisa forgione
musica / music
davide e massimo la neve
suono / sound
dolby sr
cast / cast
franco ferrante
nicola giustino
francesco lorusso
genere /genre
fiction
formato originale/original format
35 mm – color
durata/running time
20’
anno di produzione/year of production
2006
paese di produzione/country of production
italia – italy
produzione/production
ass. cult. la pecora nera
distribuzione/distribution
ass. cult. la pecora nera

 

In una grigia e pesante giornata di novembre tre uomini viaggiano sulla strada che dalla Puglia porta in Basilicata. Fajele, il fratello maggiore, deve sposarsi con una ragazza che abita in un paese dalla rinomata fama iettatoria. Per l’occasione ha portato con sé il fratello minore, Nicola, e suo padre, un uomo di settant’anni, da poco operato al cuore.

MICHELE BIA
Nato a Modugno il 23 marzo 1966, dal 1999 al 2004 frequenta vari corsi e stage, tra cui un “Corso di tecnico di regia televisiva”, uno stage su “L’estetica cinematografica” con Emir Kusturica (anno 1999) e un laboratorio su regia e montaggio con Giuseppe Piccioni (anno 2004). Nel 2000 scrive e dirige il “Un’ora di straordinario”, cortometraggio finalista e vincitore in molti festival nazionali ed internazionali (PremioTroisi, Visionaria, Warner Village Sud in corto).

2006 Meridionali senza filtro (corto, short), I lavoratori (corto, short); 2005 I sette a Tebe (documentario, ducumentary); 2000 Un ora di straordinario (corto, short)

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.