LACREME NAPULITANE

Alla vigilia di Natale, su un treno che parte da una Napoli da cartolina e diretto a Milano, si incontrano due Personaggi molto caratteristici e decisamente agli antipodi: un anziano signore, prototipo del simpatico rompiscatole napoletano, e un ingegnere milanese in viaggio d’affari.

 

regia/director francesco satta
sceneggiatura /screenplay
francesco satta
fotografia/cinematographer
michele d’attanasio
montaggio/editing
andrea maguolo
musica / music
bovio – buongiovanni
daniele furlati
suono / sound
mono
cast / cast
antonio allocca
dario oppido
genere /genre
fiction
formato originale/original format
hd – color
durata/running time
18’45’’
anno di produzione/year of production
2007
paese di produzione/country of production
italia – italy
produzione/production
francesco satta

 

Alla vigilia di Natale, su un treno che parte da una Napoli da cartolina e diretto a Milano, si incontrano due Personaggi molto caratteristici e decisamente agli antipodi: un anziano signore, prototipo del simpatico rompiscatole napoletano, e un ingegnere milanese in viaggio d’affari. Costretti all’intimità dai ristretti spazi del treno, il contrasto fra i loro caratteri originerà la comicità e il patetismo tipici della classica commedia all’italiana, genere a cui il corto rende omaggio con un deliberato gioco sui clichè.

FRANCESCO SATTA
Francesco Satta (Nuoro 1967) è giornalista e sceneggiatore di fumetti e si sperimenta per la prima volta nel cinema con il suo corto “Lacreme napulitane”. Per la disegnatrice Sara Colaone ha sceneggiato il romanzo a fumetti “Pranzo di famiglia” (Kappa Edizioni 2003) e il libro “Monsieur Bordigon” (Vivacomix-Stripburger 2007). Come traduttore collabora con le case editrici Coconino Press, Black Velvet, Kappa Edizioni e Grrrzetic. Come giornalista ha collaborato con il quotidiano “Il Domani di Bologna”, “La Repubblica”, “Radio 24”, Rai, De Agostini, “Yoga Journal” e altri.

2007 Lacreme napulitane (corto, short)

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.