PURCHÉ LO SENTA SEPOLTO

Un brandello di famiglia sullo sfondo di una natura latente e stagnante come le giornate di Samuele, un bambino schizofrenico disorientato dal lutto paterno e attivo nello sperimentare puntigliosamente un disperato tentativo di ravvicinamento al padre…

 

regia / director gianclaudio cappai

sceneggiatura / screenplay gianclaudio cappai

fotografia / cinematographer andrea foschi

montaggio / editing sara pazienti (a.m.c.)

musica / music piernicola di muro

suono / sound dolby sr

cast / cast pierantonio di Gaetano, davide aru, sabrina santucci

genere / genre fiction

formato originale / original format 35mm – color

durata / running time 18’

anno di produzione / year of production 2006

paese di produzione / country of production italia / italy

produzione / production hirafilm

 

Un brandello di famiglia sullo sfondo di una natura latente e stagnante come le giornate di Samuele, un bambino schizofrenico disorientato dal lutto paterno e attivo nello sperimentare puntigliosamente un disperato tentativo di ravvicinamento al padre. Ad assecondarlo c’è Fabrizio, un uomo che tutti i giorni procura al piccolo gli animali morti necessari allo scopo. Con innocenza pura e sconsolata, tipica dei bambini, Samuele si illude di rimanere meno solo.

 

GIANCLAUDIO CAPPAI

Gianclaudio Cappai (Cagliari, 1976) diplomato con specializzazione in regia e sceneggiatura presso l’Accademia internazionale per le arti e le scienze dell’immagine de L’Aquila, vive e lavora a Roma. Ha collaborato con diversi siti web e periodici scrivendo racconti e recensioni, e ha diretto alcuni cortometraggi. Con “Purchè lo senta sepolto” ha vinto il premio del pubblico “Achille Valdata” al Torino film festival 2006.

 

2006 Purchè lo senta sepolto (corto, short); 2005 L’incosciente Cristo di paglia (corto, short); 2004 tre maschere ancora (corto, short); 2002 Voce del verbo morire (corto, short).

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.