SWEET SWEET MARJA

Corrado (agente immobiliare in disgrazia) si vede costretto ad organizzare all’improvviso una cena a casa sua per la vendita di un grosso immobile con i due soci che dovranno acquistare la villa (Spriano e Villari), la moglie di Corrado (Catia) molto contrariata ed infuriata con il marito che la ha avvertita solo all’ultimo momento…

 

regia/director angelo frezza
soggetto/subject angelo frezza, corrado calda
sceneggiatura /screenplay angelo frezza, corrado calda
fotografia/cinematographer ugo menegatti
montaggio/editing alessandro cerquetti
scene / scene design laura facchini
costumi / costume design gabriella martino
musica / music paolo vivaldi
suono / sound dolby sr
cast/cast maria grazia cucinotta, adolfo margiotta, marco messeri, pietro sermonti, corrado calda, joanna moskwa, elisabetta de palo, angelo orlando, simonetta guarino, i mammuth
genere / genre commedia / comedy
formato originale/original format 35 mm kodak
durata/running time 96’
paese di produzione/country of production italia / italy
produzione/production due p.t. cinematografica srl
distribuzione/distribution sharada

 

Corrado (agente immobiliare in disgrazia) si vede costretto ad organizzare all’improvviso una cena a casa sua per la vendita di un grosso immobile con i due soci che dovranno acquistare la villa (Spriano e Villari), la moglie di Corrado (Catia) molto contrariata ed infuriata con il marito che la ha avvertita solo all’ultimo momento, cerca di organizzarsi velocemente con quello che riesce a recuperare in casa, e per sbaglio, senza sapere che cosa e’, aggiunge tra gli ingredienti dello stufato di verdure il contenuto di una scatoletta rinvenuta in fondo alla dispensa contenente, in apparenza, della normale verdura tagliuzzata, anche se di strano odore…, mentre in realtà si tratta di foglie triturate di marijuana nascoste, e dimenticate dal marito… La cena degenera…, ma c’e’ dell’altro… la moglie di Corrado ha portato ai vicini un’assaggino di sformato…

ANGELO FREZZA
Angelo Frezza inizia a lavorare nel cinema nel 1984 alla Cristaldi Film in qualità di autista e fattorino del grande produttore Franco Cristaldi, nella stessa azienda inizia un percorso professionale che lo porta, tra varie e prestigiose società dove collabora negli anni a seguire (Gruppo Bema, Magnum film, Rodeo Drive, ecc..) a firmare il primo film da “organizzatore generale” nel 1997 (“La casa bruciata” prodotto dalla “Union PN”). Negli anni a seguire sempre come Organizzatore realizza molti altri prodotti tra fiction, miniserie, lunghe serialità e cinema con la “Dania Film” e a seguire con “Immagine e cinema” dove realizza il primo film come “Produttore Esecutivo” nel 2004. Nel frattempo gira due cortometraggi “La piantina” (2000) e “Doppio misto” (2002) ottenendo vari premi e riconoscimenti. Nel 2003 insieme ad altri soci fonda la “DUE P.T. Cinematografica” che realizza piccoli lavori di pubblicità, redazionali, documentari e vari back stage fino a produrre nel 2005 il film “The Torturer” di Lamberto Bava, e nel 2006 “Sweet Sweet Marja” di cui cura anche la regia.

2005 Sweet Sweet Marja (lungometraggio, feature) 2002 Doppio misto (corto, short) 2000 La piantina (corto, short).

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.