L’ORCHESTRA DI PIAZZA VITTORIO

Il film-diario della genesi della ormai famosa Orchestra di Piazza Vittorio band nata da un’iniziativa di Mario Tronco, il tastierista degli Avion Travel, e Agostino Ferrante, che, nel quartiere di Roma dove gli italiani sono “minoranza etnica”… hanno riunito un gruppo di musicisti di strada (e non) che vengono da tutte le parti del mondo.

 

regia/director agostino ferrente
soggetto/subject agostino ferrente
sceneggiatura /screenplay agostino ferrente
fotografia/cinematographer greta de lazzaris, alberto fasulo, simone pierini, giovanni piperno, sabrina varani
montaggio/editing desideria rayner
musica / music l’orchestra di piazza vittorio diretta da mario tronco
suono / sound documusical
cast/cast mario tronco, agostino ferrente, dina capozio, mohammed bilal, houcine ataa, rahis bharti, carlos paz, ziad trabelsi, omar lopez valle, pap yeri samb, raul schebba, john maida, pino pecorelli, pepe d’argenzio, marian serban, abdel majid karam, amrit hussain, pino marino, piccola orcherstra avion travel, javier girotto, monique veaute, apollo 11
genere / genre documusical
formato originale/original format beta digital pal
durata/running time 93’
paese di produzione/country of production italia / italy
produzione/production lucky red, pirata m.c , bianca film
distribuzione/distribution lucky red 

Il film-diario della genesi della ormai famosa Orchestra di Piazza Vittorio band nata da un’iniziativa di Mario Tronco, il tastierista degli Avion Travel, e Agostino Ferrante, che, nel quartiere di Roma dove gli italiani sono “minoranza etnica”… hanno riunito un gruppo di musicisti di strada (e non) che vengono da tutte le parti del mondo. Cinque anni di documentazione, 30 musicisti, 15 nazionalità, 5 operatori, 4 montatori, 3 fonici, 1 quartiere, 1 cinema da salvare, 1 associazione culturale, 1 direttore d’orchestra e un regista per uno straordinario miscuglio multietnico di storie, umanità e musica che per molte persone non sono solo la realizzazione di un sogno, ma una scelta di vita, un lavoro, una famiglia.

AGOSTINO FERRENTE
Agostino Ferrente, regista, produttore, direttore artistico. Nato il 28 ottobre 1971 a Cerignola (Fg), “reduce” da Ipotesi Cinema (il gruppo diretto da Ermanno Olmi) e dal Dams di Bologna, prima di occuparsi di cinema è stato coordinatore editoriale di varie testate radio – televisive per le comunità di italiani all’estero. Aiuto regista di Silvano Agosti e collaboratore “in incognito” di Nico Cirasola, ottiene riconoscimenti in festival internazionali con i corti “Poco più della metà di zero” (1993) e “Opinioni di un pirla” (1994). Dirige con Giovanni Piperno, e produce con la sua Pirata Manifatture Cinematografiche , due documentari pluripremiati: “Intervista a mia madre” (Rai Tre- Teatri Uniti 1999) e “Il film di Mario” (1999-2001). Nel 2001, insieme ad una decina di complici, fonda a Roma il gruppo Apollo 11 che salva lo storico cinema-teatro Apollo dal rischio di diventare un bingo e con rassegne di cinema, musica e scrittura diventa uno dei centri di produzione culturale più vivaci della capitale. Con Apollo 11, insieme a Mario Tronco degli Avion Travel (che ne è l’ideatore e il direttore artistico) crea l’ Orchestra di Piazza Vittorio ensemble composto da una ventina di musicisti provenienti da altrettanti paesi del mondo di cui è uscito il secondo Cd co-prodotto da Apollo 11 e Radio Fandango. Su questa vicenda ha appena diretto e prodotto, con la sua Pirata M.C. un film documentario per il cinema, co-prodotto con Bianca Film e Lucky Red, da quest’ultima distribuito. Con Doc/it, Associazione Documentaristi Italiani di cui è vicepresidente, svolge un’intensa attività di promozione del genere documentaristico organizzando vari eventi tra cui gli Stati Generali del Documentario e il Premio Doc/it a Venezia, e varie iniziative dedicate a Vittorio de Seta, Presidente Onorario dell’Associazione, del quale diventa fidato collaboratore. Ha inoltre realizzato i docuclip “Gli Avion Travel” in seduta di registrazione (2003) e “L’alluvione del ’43” di Pino Marino (2005) e il video clip di Ena Andi, il singolo di punta dell’ultimo album dell’Orchestra, Sona.
Con Rai Tre, Indigofilm e Cult sta realizzando, in co-regia con Giovanni Piperno il web-documentario “Appunti sull’amore”. Da un paio d’anni è membro dell’Accademia del Cinema Italiano.

2005 L’orchestra di piazza Vittorio (documusical); 1999 Intervista a mia madre (documentario, documentary), Il film di Mario (documentario, documentary); 1994 Opinioni di un pirla (corto, short); 1993 Poco più della metà di zero (corto, short).

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.