MAREMETRAGGIO FESTEGGIA L’EUROPA E DECRETA IL SUO PRIMO VINCITORE

Prosegue senza sosta il ricco programma di questa ottava edizione del Festival., che ieri, 30 giugno ha dedicato gran parte della giornata al CEI, l’ Iniziativa Centro Europea.

La prima parte del CEI DAY ha preso il via ore 11 al Maremetraggio Village di Piazza S. Antonio con la tavola rotonda (organizzata in collaborazione con il CEI) dal titolo “Cei round table: shortfilms makers state of arts and perspectives in the Cei regions”. All’ incontro, che ha trattato le prospettive del cortometraggio nei paesi del CEI, sono intervenuti l’ Ambasciatore Harald Kreid (CEI – ES Director General), i giurati CEI ( Peter Miladinov, Adriano Bottaio e Dušan Milić) e numerosi cortisti dell’ omonima sezione.
Il pomeriggio è stato invece dedicato ai più piccoli. Si è dato inizio 17.30 al Maremetraggio Village con la presentazione de “I migliori talenti vengono a galla: 60’’ per Maremetraggio”, cortometraggio di animazione realizzato dall’ Associazione “Bobo e i suoi Amici”. Sono intervenuti Andrea Andolina, regista del corto, Riccardo Peroni e alcuni doppiatori.
Alle 18.00 il Maremetraggio Village di Piazza S. Antonio ha poi ospitato la classe V elementare della scuola “G. Mazzini” di Beivars – Udine, vincitrice del primo premio nazionale del concorso FAI – POSTE ITALIANE “Saluti da…” con il cortometraggio “Dall’ incanto magico delle colline friulane…la storia d’ amore di Giulietta e Romeo”.
Numeroso il pubblico che ha assisitio alla proiezione del cortometraggio e ha partecipato all’ incontro – dibattito al quale erano presenti la presidente del FAI regionale Tiziana Sandrinelli e l’insegnante Laura Zanelli
Le proiezioni serali hanno preso il via alle 20.00 al cinema Ariston con i cortometraggi della sezione Maremetraggio e alle 21.30, per la sezione Ippocampo, “Notturno Bus” di Davide Marengo, con Valerio Mastandrea e Giovanna Mezzogiorno.
La seconda parte del “Cei day” si è svolta al cinema Giardino Pubblico, alla presenza di oltre 1000 persone. Dopo una breve presentazione dell’ Ambasciatore Harald Kreid e un saluto della giuria CEI e dei cortisti presenti, hanno preso il via le proiezioni dei corti della sezione CEI. Tanti i temi trattati, dall’ esodo solitario di un sopravvissuto a un virus letale (ARK) a un modo alternativo di festeggiare il Capodanno (HAPPY NEW YEAR!) alle vicende di uno “Zorro” che la pensa un po’ “diversamente” (PAPA’ FATTENE UNA RAGIONE!).
Al termine delle proiezioni, la proclamazione del vincitore: David Perros Bonnot, regista croato che con il suo “Soldat” si è aggiudicato 2.500 euro. Questa, secondo la giuria, la motivazione del premio: per la precisione dei dettagli, la profonda conoscenza delle inquadrature cinematografiche, la critica alla guerra che passa per la trasformazione dell’ uomo in una macchina rotta.
E’ seguita un’ anteprima nazionale con la proiezione di Gucha – Distant Trumpet di Dušan Milić, che ha strappato numerosi applausi fra il pubblico presente in sala.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.