A MAREMETRAGGIO CONTINUA IL “TUTTO ESAURITO”

Ancora un incontro di stampo culturale al Maremetraggio Village ieri 6 luglio alle 18.00. Bruno Pampaloni, autore insieme ad Alberto Rosselli del libro “Il ventennio in celluloide”, ha presentato ai presenti il suo lavoro. Assieme a lui ha moderato l’incontro Maurizio Cabona, giornalista e critico de “Il giornale”.

Alle 21.00, puntuale come sempre, Maremetraggio ha proposto un’ottima selezione di corti provenienti da tutta Europa, alla presenza di un numeroso e caloroso pubblico al cinema del Giardino Pubblico.
Fra i corti stranieri tanti applausi per “Fallen Art” del polacco Tomek Baginski, un ottimo corto di animazione sulla pazzia di alcuni soldati relegati su un atollo nel Pacifico, e “1 cle pour 2”, sui rischi che si corrono quando si dimenticano le chiavi di casa…
Fra i corti italiani “Il giorno in cui niente successe” di Ramòn Alòs Sanchez, resoconto di un avvenimento che in molti avrebbero voluto non fosse accaduto e “Sunday afternoon”, una domenica pomeriggio di due fratelli un po’ particolari.
Per la sezione Ippocampo il pubblico ha potuto vedere “Agente Matrimoniale” (regista Christian Bisceglia) una sorta di “commedia degli equivoci” con attori freschi e divertenti.
Questa mattina alle 11.00, al consueto incontro al Maremetraggio Village, il regista, l’ interprete Elena Bouryka e la produttrice Eleonora Giorgi hanno incontrato il pubblico e la stampa.
Al termine è stata la volta “I figli strappati”, incontro con Fey von Hassell autrice del libro e Massimo Spano regista del film, moderato da Maurizio Cabona.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.