DAJO

Rutger odia gli uomini di sua madre. Per accontentarlo, loro gli fanno ogni sorta di regali che però lui sotterra nella foresta. Sua madre incontra Peter che regala al bambino un cane, Dajo. Per la prima volta nella sua vita Rutger ha un amico.

 

regia/director hanro smitsmann
sceneggiatura /screenplay
anjet daanje
fotografia/cinematographer
joost rietdijk
montaggio/editing marc bechtold
musica / music
recsound
suono / sound
dolby digital
cast/cast dajo hogeweg, monic hendrickx, frank lammers
genere /genre
fiction
formato originale/original format
35 mm – color
durata/running time
8’ 20’’
anno di produzione/year of production
2003
paese di produzione/country of production
olanda – nedherlands
produzione/production
ijswater films bv

FESTIVAL DU COURT METRAGE DE BRUXELLES
Grand Prix du Festival – Section International
BIOGRAFIA

Nato a Breda nel 1967. Nel 2000 si diploma in regia e sceneggiatura all’Accademia di Cinema e televisione olandese. Nel 2000 è assistente alla regia per il lungometraggio di Nanouk Leopold, “Illes Flottantes”, e scrive la sceneggiatura del documentario Away. L’anno successivo scrive il lungometraggio “Wild Roses” e il cortometraggio “The birthday party”.

SINOSSI

Rutger odia gli uomini di sua madre. Per accontentarlo, loro gli fanno ogni sorta di regali che però lui sotterra nella foresta. Sua madre incontra Peter che regala al bambino un cane, Dajo. Per la prima volta nella sua vita Rutger ha un amico. Un giorno, anche Peter lascia la madre che è disperata. Rutger non riesce a sopportare ciò, va nel bosco con Dajo e lo seppellisce nel fosso.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.