MARITI IN AFFITTO

Per potersi affermare come scultore Vincenzo ha lasciato la sua casa di Procida, sua moglie Maria e i suoi due figli per stabilirsi a New York. I periodici contatti con la moglie adorata si interrompono dopo l’ultima visita di Natale. La sua famiglia è senza un soldo, unica risorsa economica i sandali…

MARITI IN AFFITTO

regia/director ilaria borrelli
soggetto/subject
ilaria borrelli
sceneggiatura /screenplay
ilaria borrelli
fotografia/cinematographer
paolo ferrari
montaggio/editing
colleen sharp
scene / scene design
betsy mcdonald, marta zani
costumi / costume design
marie abma, bettina bimbi
musica / music
guido freddi
suono / sound
dolby stereo
cast/cast
maria grazia cucinotta, pierfrancesco favino, brooke shields, chevy chase, diego serrano
formato originale/original format
35 mm – color
durata/running time
90’
paese di produzione/country of production
italia / italy
produzione/production
cristaldi pictures s.r.l. in collaborazione con medusa film s.p.a.
distribuzione/distribution
medusa film s.p.a.

BIOGRAFIA

Ilaria Borrelli è nata a Napoli il 9 giugno 1968. Scrittrice, regista e attrice, vive tra Roma e New York. E’ stata protagonista di diverse serie televisive italiane e francesi, tra cui “Vento di mare”, “La Cavaliere”, “La mondaine” “Polly West est de retour” e “L’infiltrato”. Tra i suoi film “I pavoni”, “Cena alle nove” e “I tarassachi”. A teatro ha interpretato il ruolo della tranviera in “Zeno” e “La cura del fumo” con Giulio Borsetti. Il suo primo romanzo, “Scosse” è stato premio dal Club Letterario Italiano, ha ricevuto una segnalazione d’onore dal Premio Firenze e dal Premio Prévert, ed è stato finalista al Premio Calvino. Ha girato due cortometraggi da regista e attrice.
“Mariti in affitto” è il suo primo lungometraggio.

FILMOGRAFIA

2004 Mariti in affitto (lungometraggio, feature) 1998 Pizza! (corto, short); Kierkaard in Mushroom Sauce (corto, short); Snore (corto, short); Bagno (corto, short).

SINOSSI

Per potersi affermare come scultore Vincenzo ha lasciato la sua casa di Procida, sua moglie Maria e i suoi due figli per stabilirsi a New York. I periodici contatti con la moglie adorata si interrompono dopo l’ultima visita di Natale. La sua famiglia è senza un soldo, unica risorsa economica i sandali artigiani che fabbrica Maria. Troppo poco per tirare avanti, Maria decide di trasferirsi con il resto della famiglia a New York. Qui scopre che Vincenzo è regolarmente sposato con Charlene, anch’ella madre e di nuovo incinta. Pur provando sentimenti controversi le due donne decidono di allearsi, ma finiscono nelle grinfie di Paul, direttore di televendite che tenta di sottrarre a Maria la sua creazione, i sandali artigianali. Tutti lottano per impedire a Paul di impossessarsene, fino alla vittoria. Vincenzo per tornare nelle grazie della sua famiglia abbandona il suo sogno artistico e accetta un lavoro in una delle tante agenzie americane di “mariti in affitto”.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.