L’IGUANA

Tratto dal romanzo L’Iguana di Anna Maria Ortese, il film narra l’avventura di Aleardo, ricco e svagato architetto italiano che, viaggiando per diletto e per professione sulla sua barca a vela, approda alla sperduta isola di Ocana. Qui vivono nella più nera miseria, tagliati fuori dal mondo e come in un altro secolo…

 

regia/director catherine mcgilvray
soggetto/subject
cesare landricina dal romanzo di anna maria ortese / from the novel by anna maria ortese
sceneggiatura /screenplay
cesare landricina
fotografia/cinematographer
massimo zeri
montaggio/editino
nicole serés, giovanni ballantini
scene / scene design
marianna sciveres
costumi / costume design
ilaria albanese
musica / music
roberto caravella
suono / sound
francois waledisch
cast/cast
andrea renzi, amandio pinheiro, claudia teixeira, tommaso ragno, rosario minardo, franz cantalupo, marco basile
formato originale/original format
35 mm – color
durata/running time
98’
paese di produzione/country of production
italia / italy
produzione/production
media land s.r.l.
distribuzione/distribution
revolver

BIOGRAFIA

 

Catherine McGilvray è nata a Roma nel 1965 da padre australiano e madre francese. Si è laureata in storia del teatro e dello spettacolo alla Sapienza di Roma, per poi diplomarsi in regia al Centro sperimentale di cinematografia e perfezionarsi in scrittura cinematografica e televisiva presso la A.F.T.R.S. di Sydney, Australia. Ha lavorato per diversi anni presso la compagnia teatrale Barberio Corsetti, poi come traduttrice di testi letterari ed è stata autrice e conduttrice di rubriche radiofoniche per Rai Radio3.

 

FILMOGRAFIA

2004 L’iguana (lungometraggio, feature) 2003 Aspettando il treno (corto, short) 2001 Il treno per l’opera (documentario, documentary) 2000 Renata Scotto: L’Île Opéra (documentario, documentary) 1995 Parigi Cambia (corto, short) 1994 Templum Gentis Flaviae (documentario, documentary) 1993 Descrizione di una battaglia (documentario, documentary); Il cavaliere e la morte (corto, short) 1991 Voci di Pietra (corto, short); L’Ospite (corto, short); La strada dei mobili stanchi (documentario, documentary)

 

SINOSSI

Tratto dal romanzo “L’Iguana” di Anna Maria Ortese, il film narra l’avventura di Aleardo, ricco e svagato architetto italiano che, viaggiando per diletto e per professione sulla sua barca a vela, approda alla sperduta isola di Ocana. Qui vivono nella più nera miseria, tagliati fuori dal mondo e come in un altro secolo, tre nobili portoghesi decaduti: il malinconico e tormentato Ilario e i suoi biechi fratellastri Hipolito e Felipe, in compagnia di una servetta da loro maltrattata come una bestia e misteriosamente chiamata Iguana. Affascinato dalla stravaganza dei suoi ospiti e turbato dalla sofferenza e grazia della giovane Iguana, Aleardo si trattiene sull’isola per una notte e un giorno, nei quali a poco viene risucchiato in un intrigo dai risvolti inquietanti. L’Iguana è davvero l’ultima trasformazione del diavolo (come pensano gli abitanti dell’isola) o è solo una vittima, la creatura innocente da salvare e da proteggere ad ogni costo? Il viaggio di Aleardo si trasforma in un’allucinante discesa agli infe

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.