Il posto dell’anima

La sede di una multinazionale americana, produttrice di pneumatici, comunica l’imminente chiusura e il conseguente licenziamento di tutti gli operi, molti dei quali provenienti dallo stesso, piccolo paese delle montagne circostanti…

IL POSTO DELL’ANIMA

Regia: Riccardo Milani
Sceneggiatura: Domenico Starnone, Riccardo Milani
Fotografia: Arnaldo Catinari
Musica: Leandro Piccioni
Cast: S. Orlando, M. Placido, P. Cortellesi, C. Santamaria, I. Piro, F. Pistilli
Formato: 35 Mm.
Durata: 106’
Produzione: Albachiara E Raicinema
Distribuzione: 01 Distribution

BIOGRAFIA
Riccardo Milani esordisce nel cinema come assistente di Mario Monicelli nel 1985 e fino al 1994 lavora anche con F. Vancini, A. Monda, D. Luchetti e N. Moretti. Esordisce nella regia con Auguri professore, seguito di La scuola, diretto da D. Luchetti nel 1994, critica agrodolce della scuola italiana di fine millennio. Al 1999 risale il suo secondo lavoro per il grande schermo, La guerra degli Antò, mentre è del 2001 il suo esordio televisivo col TV-movie Il sequestro Soffiantini. È anche regista di un gran numero di spot pubblicitari e di cortometraggi.

ENGLISH VERSIONIt begins in the cinema as assistant of Mario Monicelli in 1985 and up to 1994 he also works with F. Vancini, A. Monda, D. Luchetti and N. Moretti. It begins in the regal one with Auguri professore, follows of La scuola, directed by D. Luchetti in 1994, bittersweet criticism of the Italian school of end millennium. To 1999 it goes up again the his according to job for the great screen, La guerra degli Antò, while it is being of 2001 his television debut with the TV-movie Il sequestro Soffiantini. It is also director of a big number of advertising spot and short films.

SINOSSI
La sede di una multinazionale americana, produttrice di pneumatici, comunica l’imminente chiusura e il conseguente licenziamento di tutti gli operi, molti dei quali provenienti dallo stesso, piccolo paese delle montagne circostanti. Gli operai non vogliono arrendersi, reagiscono e si organizzano: la fabbrica viene occupata, nasce un sito Intenet. Il caso passa dalle televisioni locali al TG regionale, fino ad acquisire risonanza nazionale. Intrecciate alla lotta, le vicende personali degli operai e delle loro famiglie: Antonio sogna di tornare a vivere nel paese natale con la compagna, che ora lavora a Milano; Salvatore, sindacalista, ha un rapporto conflittuale col figlio diciottenne, disoccupato; Mario cerca una via alternativa al lavoro in fabbrica, avviando insieme alle mogli di alcuni una produzione di pasta fresca.

ENGLISH VERSIONOne of the branches of a US multinational tyre manufacturer is shutting down and it is officially announces that all workers will be fired. Most of them come from the same small village in the mountains. Workers refuse to give up, and react by occupying the factory and creating a website. Their case quickly becomes news of the day on local and then national TV .
Personal histories intertwine with the workers’ strife: Antonio dreams of going back to his native village with his girfriend, who works in Milan; Salvatore, a trade union man, has a conflicting relationship with his 18 year-old unemployed son; Mario is looking for an alternative to his factory job, starting with some of the workers’ wives a small business producing fresh pastry.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.