Le “donne” di Maremetraggio

Anche l'altra sera sera protagonista assoluta dell'estate triestina è stato il Festival Internazionale del Cortometraggio giunto alla sua IV edizione e incorniciato da un magnifico tramonto.

Pubblico puntuale all'appuntamento serale delle 21.00 per la proiezione dei corti in concorso e posti a sedere esauriti. A ciò si è aggiunta l'attesa e allietante presenza, che ha fatto da cornice alla manifestazione di personaggi molto noti, di Maria Sole Tognazzi, figlia del grande artista Ugo, nonchè regista esordiente e vincitrice di un “Globo d'oro” come miglior cortometraggio, la quale si è presentata al grande pubblico con il corto “Non finisce qui” il cui protagonista era il fratello attore Gianmarco Tognazzi e un lungo dal titolo “Passato Prossimo” che abbiamo visto nelle sale lo scorso marzo, di cui le protagoniste sono ospiti gradite di questo inedito palcoscenico triestino.

cortellesi_01.jpeg

Stiamo parlando delle appauditissime Paola Cortellesi e Valentina Cervi, apprezzata attrice ( ha anche lavorato a fianco di Nicole Kidman) fra l'altro di madre triestina e del grande scomparso regista Tonino Cervi. Un migliaio abbondante di spettatori incollati alle poltrone intenti a seguire lo scorrere delle immagini sul grande schermo confermano l'interesse dei triestini per questa particolare formula di cinema, ma anche la bontà delle scelte operate, ancora una volta, da Maddalena Mayneri e Chiara Valenti Omero, responsabili di Maremetraggio e organizzatrici, in prima persona, della manifestazione.) Ieri sera (lunedì) primo piano per Francesco Falaschi, che ha presentato il suo corto “Quasi fratelli” vincitore del David di Donatello per il miglior cortometraggio e il lungo “Emma sono io.”

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.