Maremetraggio 2002 – “L’ultima questione”

L’ultima questione è un’allegoria in chiave grottesco-paradossale del rapporto che si viene a creare tra uno scrittore (Alessandro Haber) e la Morte (l’attore Giorgio Lanza).

 

Sceneggiatura: Corrado Franco. Liberamente tratto dal racconto “L’ultima questione” di Istvan Orkény.
Fotografia: Luciano Federici
Montaggio: Corrado Franco, Piero Basso
Effetti speciali visivi 3D: Davide Pirotti
Musiche: repertorio
Cast: Alessandro Haber, Giorgio Lanza, Renzo Lori.
Durata: 15’
Nazione: Italia
Formato: 35 mm

NASTRO D’ARGENTO 2001 MIGLIORE CORTOMETRAGGIO ITALIANO 2001

L’ultima questione è un’allegoria in chiave grottesco-paradossale del rapporto che si viene a creare tra uno scrittore (Alessandro Haber) e la Morte (l’attore Giorgio Lanza).
Questa sotto le mentite spoglie di un assassino, con una pistola in mano, si introduce furtivamente nella casa dello scrittore: prima gli annuncia la sua fine, poi cerca di ucciderlo, sparandogli ripetutamente. Ma la cosa non è così semplice…
L’uomo con la pistola si muove al rallentatore, la sua voce è distorta, rallentata come i suoi movimenti.
I proiettili (in primo piano) si avvicinano lentamente, molto lentamente allo scrittore…

ENGLISH VERSIONA middle-aged writer is sitting at his desk typing alone in his apartment. Suddenly, a man (the Death) forces the front door open without being heard. He enters the apartment. He has a gun in his hand. He wants to kill the writer. The intruder threateningly announces the writer’s death.
Without moving an inch, the writer tells the intruder it must be a mistake. He is after the wrong person. The man with the gun moves in slow motion. His dialogue is distorted, slow, like his movements. He fires the gun at the writer. The bullet, which we see in close-up, very slowly heads towards the writer.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.