L’ultimo rimasto in piedi

Giovanni è un ex dipendente dell’ Italsider di Bagnoli. Mentre tutti lavorano allo smantellamento delle strutture, lui raccoglie pezzi di archeologia industriale che altrimenti andrebbero distrutti.

 

Regia: Ugo Capolupo
Sceneggiatura: Ugo Capolupo, Riccardo Brun
Fotografia: Mario Amura
Scenografia: Lino Fiorito
Costumi: Lilla Angelotti
Suono: Max Gobbiet
Cast: Giovanni (Giovanni Papasso), Maestra (Raffaella Pontarelli), Vecchina (Adriana Donnorso), Dirigenti (Francesco Saponaro, Toni Laudadio, Giuseppe Piegari, Francesco Costa)
Durata: 15’
Nazione: Italia
Formato: 35 mm

SIENA FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CORTOMETRAGGIO

Giovanni è un ex dipendente dell’ Italsider di Bagnoli. Mentre tutti lavorano allo smantellamento delle strutture, lui raccoglie pezzi di archeologia industriale che altrimenti andrebbero distrutti. Giovanni risponde a modo suo alla cancellazione della memoria del lavoro industriale di fabbrica.

Ugo Capolupo: (Napoli 1973) Ha lavorato negli ultimi quattro anni come assistente e aiuto regia.

ENGLISH VERSIONGiovanni was an employer at Italsider in Bagnoli (Naples). While everyone else is working on dismantling structures, the hero goes against the mainstream: he gathers up and takes home pieces of industrial archaeology which otherwise would be lost or destroyed.

Ugo Capolupo: Born in Naples in 1973. He has worked for the last four years as first and second assistant director.
Filmography: “Teatro di guerra” regia di Mario Martone,(second assistant director); “Il mare di sotto” di Sandro Dionisio,(first assistant director); “Autunno” di Nina di Majo ( second assistant director); “Denti” di Gabriele Salvatores (casting and second assistant director). “Doppio passo in Re minore”.

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.