Per il terzo anno consecutivo il cinema incontra il fumetto a ShorTS, con la terza 24 Hours Shorts Comics Marathon.

24 ore di tempo, aspiranti fumettisti e un tema. Questi saranno gli ingredienti che si mixeranno dalle 17.00 di sabato 29 giugno alle 17.00 di domenica 30 giugno. Nei Seeds che il festival ospiterà in piazza della Borsa a Trieste le luci rimarranno accese per illuminare il sogno di tutti coloro che vorranno mettersi alla prova nello scrivere e disegnare un fumetto breve a tema cinematografico in un giorno.

Grandi nomi del panorama fumettistico (e non solo) accorreranno dalle più disparate zone dello stivale per aiutare, consigliare e alla fine decretare i migliori fra i concorrenti partecipanti.

Il premio è la pubblicazione della propria storia all’interno di un albo creato ad hoc.

Quello con i vincitori dello scorso anno, scelti da Lorenzo Pastrovicchio e Sio, è appena andato alle stampe e sarà disponibile gratuitamente nei prossimi giorni presso le fumetterie Fantasylandia e Neopolis, partner dell’evento anche quest’anno.

Il tempo stringe, iscriviti subito utilizzando il form qui sotto o mandando una mail a catalogo@maremetraggio.com inserendo tutte le voci richieste qui sotto. Porta con te tutti gli amici che vuoi, che qui come non mai è più divertente il partecipare che il vincere!

Scarica la brochure!

La giuria della 24h Comics Marathon 2019

Dr. Pira

Dr. Pira

Dr. Pira è nato a Tortona nel 1977. Grafico, animatore, illustratore, ha realizzato storyboard per il cinema e per la pubblicità e ha curato come direttore artistico e animatore le scenografie video per il Pop-Hoolista Tour di Fedez e per il tour Piccoli Energumeni di Elio e le Storie Tese. Realizza fumetti dalla metà degli anni Novanta. Oltre ad aver creato I Fumetti della Gleba, come fumettista ha realizzato numerose serie per XL di Repubblica, Vice Magazine e Smemoranda, e ha collaborato con Linus, Rolling Stone, Pic Nic e Hobby Comics. Nel 2016 si è autoprodotto L’Almanacco dei Fumetti della Gleba. Nel 2017 per Rizzoli Lizard ha pubblicato il saggio illustrato La vera storia dell’hip hop. Super Relax ha vinto il premio Micheluzzi 2019 come miglior fumetto al Napoli Comicon.

Giopota

Giopota

Giopota è un fumettista e disegnatore, nato a Caserta nel 1988. Dopo il diploma di grafico pubblicitario inizia a lavorare come web designer finché, nel 2012, decide di trasferirsi a Bologna per studiare Fumetto e Illustrazione all’Accademia di Belle Arti. Ha pubblicato per Renbooks I fuochi della sera e ha illustrato I Guardiani della Luce per lo stesso editore. Ha disegnato le tavole di Gennaio, scritto da Luca Vanzella e pubblicato on-line sulla piattaforma Issuu. Nel 2017 uscirà Un anno senza te, sempre su testi di Vanzella, pubblicato da BAO Publishing.

Menotti

Menotti

Menotti lavora a Roma, è vissuto in Abruzzo ma è nato in Emilia un sacco di tempo fa. Ha studiato arte a Bologna, semiotica a Berlino e filmmaking a New York. È autore della graphic novel Europa e ha pubblicato fumetti e illustrazioni su Il Manifesto, L’Espresso, Frigidaire, Comic Art, Blue. Ha sceneggiato numerose serie TV, cortometraggi e film, tra cui Benedetta Follia di Carlo Verdone, Non ci resta che il crimine di Massimiliano Bruno e Lo chiamavano Jeeg Robot di Gabriele Mainetti, nominato per la migliore sceneggiatura e vincitore di sette David di Donatello nel 2016.

Ilaria Palleschi

Ilaria Palleschi

Nata a Latina nel 1989. Dopo il diploma frequenta l’Istituto Europeo del Design di Roma, e si diploma in Illustrazione e Animazione multimediale. Vive tanti anni nella capitale. Fa parte per un periodo dello Studio Pilar e si dedica a lavori di grafica e di illustratrazoone. Durante l’ArfFestival incontra la casa editrice BaoPublishing. Con loro nel Novembre del 2018, pubblica il suo primo fumetto del quale è autrice completa: Nina che disagio. Al momento vive in un paesino dove continua a fare più fumetti e disegnini possibili.

24h Shorts Comics Marathon 2019

  • Formato data:MM slash GG slash AAAA
    Nota: durante la permanenza nei seeds i concorrenti sono liberi di fare ciò che vogliono: una volta presentatisi e ricevuta la consegna, possono allontanarsi in qualsiasi momento e per quanto tempo vogliano, con la sola accortezza di consegnare le tavole all’organizzazione (che le restituirà una volta tornati); sarà infatti possibile disegnare solo ed esclusivamente in loco.