COM STAMPA 7 luglio


TRA GLI OSPITI IN ARRIVO DOMANI GIOVEDÌ 7 LUGLIO IL REGISTA ANDREA SEGRE, PROTAGONISTA DELL’OMAGGIO 2016 DELLA RASSEGNA.

IN PROGRAMMA SHORTS GOES HUNGARY E IL FILM ARIANNA CON VALENTINA CARNELUTTI.

Giovedì 7 luglio la giornata di ShorTS si apre alle 10 al Punto Enel con il laboratorio Alice lost and found (Alice Nera 2016) Volto Immagine allo Specchio Ombra, incentrato sull’interpretazione femminile. Una tre giorni (7, 8 e 9 luglio dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 14.30 alle 17.30) incentrata sullo studio sul primo piano cinematografico femminile e sulla relazione tra la propria immagine interna e l’immagine percepita dagli altri, che si terrà attraverso lo studio della mappa delle emozioni del personaggio di Alice nel paese delle meraviglie di Lewis Carroll. Claudia Della Seta, regista de La casa degli spiriti e direttore artistico di Afrodita Compagnia, e Stefano Viali, David di Donatello 2005 – in un progetto finanziato da NUOVOIMAIE – metteranno in luce le diverse capacità espressive realizzabili con lo studio del primo piano.

Alla fine del laboratorio verrà ricavato un video creato e montato con i primi piani delle attrici alle prese con le “Alice” dentro di loro, consegnato poi alle attrici stesse. Per le iscrizioni è necessario inviare il curriculum artistico.

ShorTS prosegue alle 19.00 al Cinema Ariston con il focus sul cinema dell’Ungheria in collaborazione con BuSho – Budapest Short Film Festival. ShorTS goes Hungary vedrà 9 cortometraggi che consentiranno di indagare la cinematografia di un’area geografica forte della sua storia, consolidata da autori di eccellenza, protagonisti nella memoria di professionisti e appassionati. Tutte opere che con leggerezza permetteranno di intraprendere viaggi, condividere conoscenze ed emozioni di un paese dall’intensità sorprendente.

Alle 21.30 seguirà il film in gara Arianna di Carlo Lavagna, con Valentina Carnelutti. Arianna ha diciannove anni ma ancora non ha avuto il suo primo ciclo mestruale. Gli ormoni che il suo ginecologo le ha prescritto non sembrano avere effetto sul suo sviluppo, a parte un leggero ingrossamento del seno che però le provoca fastidio. All’inizio dell’estate, i suoi genitori decidono di riprendere possesso del casale sul lago di Bolsena dove Arianna era cresciuta fino all’età di tre anni e in cui non era ancora tornata. Durante la permanenza nella casa, antiche memorie cominciano a riaffiorare, tanto che Arianna decide di rimanere anche quando i genitori devono rientrare in città. I pomeriggi passano lenti e silenziosi, mentre Arianna comincia a indagare sul proprio corpo e sul proprio passato; l’incontro con la giovane cugina Celeste – così diversa e femminile rispetto a lei – e la perdita della verginità con un ragazzo della sua età spingono Arianna a confrontarsi definitivamente con la vera natura della propria sessualità.

Alle 21.30 in Piazza Verdi corti sotto le stelle con la consueta sezione Maremetraggio.

Download in formato .doc>>