COM STAMPA 6 luglio


Mercoledì 6 luglio il festival internazionale ShorTS si apre con seconda parte di SweeTS4Kids, dalle 18.00 al Cinema Ariston, per la serata conclusiva dedicata ai cortometraggi per i più piccoli. Alle 20.00 prosegue l’omaggio ad Andrea Segre, il documentarista per eccellenza che con coerenza narrativa e scandaglio geopolitico analizza percorsi/processi in cui il passato dell’Italia, ma non solo, precipita nel dissestato futuro. Saranno proiettati Mare chiuso, che ha vinto due prestigiosi premi come il Premio Vittorio De Seta e il Globo d’Oro della Stampa Estera, e Il sangue verde, film del 2010 che racconta le manifestazioni di rabbia degli immigrati a Rosarno, Calabria, che mettono a nudo le condizioni di degrado e ingiustizia in cui vivono quotidianamente migliaia di braccianti africani.

E ci sono ancora alcuni posti liberi per il workshop Realmente liberi con Andrea Segre, articolato in due giornate: domani, giovedì 7, e venerdì 8 luglio per raccontare a narratori, operatori e tecnici coinvolti nell’articolazione del cinema del reale come, dove e perché è sempre più necessario individuare, seguire e inquadrare persone, luoghi e società, oscillando con inventiva logica fra il realismo e il suo altro/oltre. In collaborazione con Mediateca La Cappella Underground, è aperto a un massimo di 15 iscritti. Iscrizione obbligatoria via mail a laboratorio@maremetraggio.com.

Il programma di ShorTS per mercoledì 6 luglio prosegue, sempre al Cinema Ariston, con I racconti dell’orso di Olmo Amato e Samuele Sestieri, per la sezione Nuove Impronte: in un mondo abbandonato dagli uomini, un monaco meccanico insegue uno strano omino rosso. Dopo aver attraversato boschi, città morte e lande desolate, i due buffi personaggi raggiungono la cima di una collina magica. Il ritrovamento di un vecchio peluche d’orso ormai malandato li farà riconciliare. Uniranno così le forze, nella speranza di poter dare vita al giocattolo inanimato e sfuggire al vuoto che li circonda.

In Piazza Verdi dalle 21.30 le proiezioni di 12 cortometraggi in gara, tra i quali anche Il principe, del triestino Davide Salucci: un corto animato in cui un Principe, come in ogni fiaba, ha il duro compito di salvare la Principessa e uccidere la Strega. Ma presto il nostro eroe si troverà di fronte a un paradosso irrisolvibile che riguarderà innanzitutto se stesso.

Scarica in formato .doc>>