Due corti in gara nella cinquina per il Globo D’Oro saranno a Trieste in occasione di ShorTS International Film Festival 2016


Trieste – ShorTS International Film Festival ospita due cortometraggi tra le opere selezionate nella cinquina in gara per la 56^ edizione dei Globi D’oro.
Saranno infatti a Trieste a luglio per la XVII edizione del festival “Dove l’acqua con altra acqua si confonde” di Gianluca Mangiasciutti e Massimo Loi e “Non senza di me” di Brando De Sica.

Insieme ad altri 92 cortometraggi gareggeranno per aggiudicarsi il premio di € 5.000 e i vari riconoscimenti in palio dopo essere stati proiettati sul maxi schermo in piazza Verdi per diventare il numero uno dei cortometraggi in gara.

Tra i vari riconoscimenti poi, quello per il regista italiano più interessante, il prestigioso premio “Studio Universal”, realizzato grazie al rinnovo della partnership tra l’Associazione Maremetraggio e Studio Universal (Mediaset Premium sul DTT) che consiste nell’acquisizione dei diritti Pay per la trasmissione televisiva al numero uno dei corti italiani, selezionato da una giuria interna al Canale. Premi anche al miglior corto d’animazione, al miglior montaggio italiano assegnato dall’AMC (Associazione Montaggio Cinematografico e Televisivo) e molti altri. Confermato anche quest’anno il Premio TriesteCaffè assegnato dal pubblico che ogni sera affolla Piazza Verdi.

Nato e cresciuto a Roma, Brando si laurea alla USC School of Cinematic Arts. Finiti gli studi torna in Italia dove inizia a farsi le ossa in pubblicità dirigendo diversi spot. Lavora come aiuto regia di Pupi Avati nel film Una sconfinata Giovinezza, e nel 2008 firma la sua prima regia con Parlami di me. Il suo corto “Non senza di me” parla di un padre estremamente possessivo impone al figlio una vita priva di indipendenza.

“Dove l’acqua con altra acqua si confonde” ha come protagonista Luca, un ragazzo solitario. Gli piace andare di notte a nuotare in una piscina, quando non c’è nessuno e resta solo il silenzio a fargli compagnia. Tutto scorre tranquillo fino a quando un lunedì una sconosciuta nuotatrice di nome Mia irrompe nel suo piccolo mondo notturno…

Gianluca Mangiasciutti lavora e vive a Roma come assistente alla regia dal 2005, su film per il cinema, serie televisive, spot. Dal 2010 ha diretto quattro cortometraggi, uno spot e un videoclip musicale. Massimo Loi vive e cresce in Sardegna fin a 18 anni, dove realizza due cortometraggi. Si laurea in scienze della comunicazione a 24 anni e in quel periodo realizza due cortometraggi, un mediometraggio e un documentario. Dal 2005 lavora come assistente alla regia su film per il cinema, serie tv, spot e videoclip musicali.

Evento in collaborazione con TriestEstate e con il contributo di Mibact, Regione – Assessorato cultura, sport e solidarietà, Regione – Assessorato alle attività produttive, alla cooperazione e al turismo, Fondazione CRTrieste e Fondazione Casali.