TUTTA LA BELLEZZA DEL CINEMA A SHORTS INTERNATIONAL FILM FESTIVAL CON IL PREMIO BAKEL!


ShorTS 2016 logo ufficialeBAKEL premia le stelle in occasione della XVII edizione di ShorTS International Film Festival di Trieste, città dal fascino asburgico e dalla particolare posizione sul mare, al confine con l’Europa. Dal 1 al 9 luglio 2016 il festival del cortometraggio più noto d’Italia ritorna – anche quest’anno – con i migliori “shorts” italiani e internazionali per la sezione Maremetraggio, ma anche lungometraggi, opere prime italiane, in Nuove Impronte. Ad essere premiati saranno anche il miglior attore e attrice protagonisti. Oltre a una prestigiosa Giuria anche gli spettatori del festival esprimeranno le proprie preferenze per assegnare all’opera prima più apprezzata: il PREMIO DEL PUBBLICO BAKEL.

ShorTS: un maxi schermo all’aperto in Piazza Verdi di Trieste accanto al suo splendido Teatro, adiacente a Piazza Unità, proietterrà una maratona dedicata ai migliori cortometraggi a livello internazionale, già vincitori di almeno un premio, provenienti da tutto il mondo mentre per gli amanti del lungometraggio invece ci sarà lo schermo del Teatro Ariston. Il festival negli anni ha ospitato attori, attrici, registi, produttori di grande calibro: Francesca Neri, Michele Riondino, Sergio Rubini, Margherita Buy, Laura Morante, Murray Abraham e molti grandi del cinema.

Si potrà inoltre visitare la città di Trieste sotto un profilo insolito dei “luoghi del cinema” attraverso le passeggiate Esterno/Giorno. Insieme al critico cinematografico Nicola Falcinella si ripercorreranno, con passeggiate a tema, le location e le storie delle tante opere per il grande schermo girate nella città giuliana, che per la caratteristica luce dei suoi tramonti sul mare, per la bellezza dei suoi storici edifici e della natura circostante e per la sua posizione di confine, a cavallo tra est e ovest europeo, è stata sempre molto apprezzata dai registi di tutto il mondo, da Mauro Bolognini a Luchino Visconti, da Francis Ford Coppola – che scelse la  vecchia Pescheria Centrale per girarvi alcune scene de “Il Padrino, parte II” – a  Cristina Comencini, da Anthony Minghella, che volle il Porto Vecchio per alcune scene de “Il paziente inglese”, a Giuseppe Tornatore.

Incontri con attori e registi, eventi speciali, workshop, approfondimenti, cocktail e happening con i protagonisti della cinematografia italiana e straniera completeranno il quadro, per nove intensi giorni interamente dedicati alla settima arte.