Ottimo riscontro per la rassegna cortinese “I co(r)ti tornano!”


Grande affluenza di pubblico per la due giorni curata dal festival Maremetraggio e dedicata al cinema in breve, che ha portato a Cortina attori e registi, tra cui Federico Moccia, Michele Riondino, Ennio Fantastichini, Diane Fleri, Christiane Filangieri e Anna Falchi.

Ottimo riscontro di pubblico per la rassegna “I co®ti tornano”, tanto che, visto il successo, già si parla di ripeterla l’anno prossimo. La manifestazione cinematografica ha riportato a Cortina, per una due giorni a base di cortometraggi e incontri, alcuni tra i grandi protagonisti del cinema italiano d’oggigiorno, tra cui Federico Moccia, Michele Riondino, Ennio Fantastichini, Diane Fleri, Christiane Filangieri e Anna Falchi.

Sale affollate all’Hotel Savoia per le proiezioni e per la tavola rotonda che, per la prima volta in Italia, ha analizzato i nuovi utilizzi del cinema in breve nel campo della comunicazione aziendale e sociale.

A discuterne i rappresentanti di due grandi aziende, Intesa San Paolo e Pasta Garofalo, che hanno deciso di investire in questa nuova forma di marketing: Andrea De Micheli (Casta Diva Pictures), coordinatore del progetto d’Intesa San Paolo dedicato ai corti dal titolo perFiducia, Fabrizio Paschina, responsabile pubblicità e web del gruppo Intesa San Paolo, e Emidio Mansi, responsabile commerciale Italia del pastificio di Gragnano. Il dibattito, cui hanno partecipato anche Laura delli Colli, in rappresentanza del SNGCI, Geo Ceccarelli, direttore creativo dell’agenzia TBWA Italia, e i registi Edo Tagliavini, Pippo Mezzapesa e Davide Mannella,Questione di gusti”, di Pappi Corsicato con Ennio Fantastichini e Iaia Forte, prodotto da Pasta Garofalo, e L’ape e il vento di Massimiliano Camaiti (nomination al David di Donatello 2007 per il corto “Armando”), appartenente al progetto perFiducia e interpretato da Elio Germano e Philippe Leroy. Di perFiducia sono stati inoltre proiettati i corti L’altra metà” di Pippo Mezzapesa (David di Donatello 2004 per il corto “Zinanà”), con Piera Degli Esposti e Cosimo Cinieri e La pagella di Alessandro Celli (David di Donatello 2008 per il corto “Uova”), con Marco Giallini e Irene Ferri. Di Pasta Garofalo è stato proiettato infine L’alchimia del gusto”, di Edo Tagliavini e con Alessandro Preziosi. A chiudere le proiezioni i corti dedicati al sociale: due intense riflessioni per immagini sulla pena di morte, 15 seconds”, di Gianluca Petrazzi con Raoul Bova e “Come si deve”, di Davide Minnella con Diane Fleri e Piera Degli Esposti, e “Un corto per l’Airc”, di Francesco Apolloni con Fausto Sciarappa. è stato moderato dal giornalista Rai Francesco Festuccia Tra i cortometraggi proposti molto apprezzati “

Sabato sera è stata invece la volta del “meglio di Maremetraggio”, con la proiezione di una selezione di cortometraggi passati al festival triestino negli ultimi anni:“Alice” di Stefano Anselmi, “Basette” di Gabriele Mainetti, “La moglie” di Andrea Zaccariello, “L’uomo più buono del mondo” di Edo Tagliavini, “Piccole cose di valore non quantificabile” di Paolo Genovese, “Uova” di Alessandro Celli e “Tv” di Andrea Zaccariello. Tutte le opere sono state raccontate al pubblico dai registi, introdotti dal critico cinematografico Maurizio di Rienzo, che hanno poi assistito alle proiezioni insieme agli attori Christiane Filangieri, Diane Fleri ed Ennio Fantastichini.

Successo anche per gli eventi collaterali: l’appuntamento sulla Terrazza dell’Hotel de la Poste con Laura delli Colli e il suo saggio “Il Gusto del Cinema”, quello con Marco Buticchi, affermato autore di romanzi d’avventura, che ha presentato il suo “Il respiro del deserto”, la colazione con attori e registi all’agriturismo “El Brite de Larieto” e la proiezione del film di Federico MocciaScusa ma ti voglio sposare”, con Raoul Bova e Michela Quattrociocche, presentato al pubblico del Cinema Eden dal regista e dall’attore Francesco Apolloni.

L’evento è stato realizzato con il patrocinio della Regione Veneto, della Provincia di Belluno, del Comune di Cortina e dell’Associazione Albergatori di Cortina.