Rassegna “DAL LIBRO AL FILM”


L’IDEA…

Sono sempre più frequenti i casi in cui lettori accaniti di un particolare libro, di un particolare autore, si rivelano insoddisfatti della riuscita sugli schermi del loro adorato manoscritto. E sono ancora più numerosi i super critici, quei lettori cioè che scavano nel film per trovare l’anello debole della catena, la scena più infedele al libro, il momento più lontano dalla magica creazione dell’autore letterario per scatenarsi contro il regista.

sc_pa_little.jpg ca_in_little.jpg

Ma può succedere anche il contrario e cioè che il film risulti, proprio perché mezzo dotato di molte più armi rispetto al libro, quali la visione, gli effetti speciali, la musica, più affascinante del libro e anzi aggiunga particolari nuovi ad esso.

Da un punto di vista del lavoro fatto dallo scrittore, sicuramente bisogna considerare che ciò che viene principalmente sollecitata è la fantasia, l’immaginazione di chi legge: la immagini che si creano nella nostra mente sono assolutamente diverse a seconda delle proprie emozioni e del proprio vissuto.

Sicuramente il cinema può arricchire un’opera letteraria, lasciando dei ricordi di immagini ben definite della storia e permettendo di unificare una fantasia che a quel punto diventa collettiva e non più individuale.

Ma può accadere anche l’esatto contrario, e cioè che un film non renda giustizia al libro da cui è tratto, con conseguente disappunto da parte dello spettatore/lettore e, perché no?, dell’autore.

Il punto focale dei nostri incontri vuole essere proprio questo: al di là dei pareri del lettore e dello spettatore, qual è il rapporto che si crea tra chi ha scritto il libro ed il regista che l’ha trasposto sul grande schermo?

Da qui l’idea di mettere uno di fronte all’altro i due artisti, stimolando il confronto tra quelle che volevano essere le sensazioni che ambedue volevano comunicare.

E per finire…

 

E’ il libro che porta al cinema o è il cinema che porta a leggere?

 

Da questo quesito la sfida dal sapore formativo-letterario, articolata in una serie di incontri scrittore-regista, che l’Associazione Maremetraggio ha deciso di organizzare per continuare a parlare di cinema a Trieste, per scoprire e ricercare la bellezza ed il valore del cinema anche attraverso la letteratura.

La partnership di Wella con gli appuntamenti previsti dal ciclo di incontri “dal libro al film”, vuole essere un segnale di vicinanza anche con la città e con le persone che come Wella sono sensibili al fascino della bellezza ovunque essa si trovi, in un libro, in un film, in un dibattito culturale.